Pistons, Reggie Jackson parla delle passate difficoltà e di Derrick Rose
146218
post-template-default,single,single-post,postid-146218,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Pistons, Reggie Jackson parla delle sue passate difficoltà e di Derrick Rose

reggie jackson pistons

Pistons, Reggie Jackson parla delle sue passate difficoltà e di Derrick Rose

Reggie Jackson è pronto per tornare in campo per guidare i suoi Detroit Pistons.

Come Keith Langlois di Hoopsrumors fa notare, i Pistons godono di un’enorme profondità di roster per quanto riguarda il ruolo di point guard. Oltre al titolare Jackson, ci sono anche gli ex free-agent Tim Frazier e soprattutto Derrick Rose, che se si confermerà potrebbe essere un’arma micidiale. Già nella passata stagione ai Minnesota Timberwolves, Rose ha fatto vedere a sprazzi le grandi doti che possiede, inoltre, quel ruolo può essere occupato anche da Bruce Brown e Langston Galloway; senza considerare la scelta al draft Jordan Bone che ha firmato un two-way contract.

Reggie Jackson sembra aver ritrovato anche l’ottima condizione mentale. Dopo i ripetuti ed estenuanti infortuni al ginocchio e alla caviglia che lo hanno martoriato nelle precedenti annate, il giocatore aveva pensato più volte di lasciare il basket giocato. Tuttavia, nella scorsa stagione ha preso parte ad ogni incontro mettendo a segno delle ottime prestazioni: 15.4 punti di media a partita, 4.2 assist e col 42.1% dal campo. Grazie all’aiuto dello staff dei Pistons ha ritrovato quella fiducia e sicurezza nei suoi mezzi e in particolar modo nel suo fisico.

Le parole di Reggie Jackson e il futuro dei Pistons

Così ha parlato di questa vicenda Jackson a Detroit Sports News:

Mi infortunavo troppo spesso ed ero caduto in depressione per quanto riguarda il basket, ed ero arrivato ad un punto in cui non volevo proprio più giocare. Ho iniziato ad avere più infortuni che pensieri di ritirarmi nella mia testa

Nonostante ciò, grazie anche all’aiuto di Arnie Kander dello staff dei Detroit Pistons, ora Jackson è pronto e determinato per la prossima stagione e per di più elettrizzato per il suo nuovo compagno di squadra Derrick Rose:

Con Derrick Rose avrò la possibilità giocare sia da guardia che da point-guard, sia sulla palla che lontano. Sono migliorato nelle situazioni di catch-and-shoot. La composizione della squadra è complementare per l’uno e per l’altro. Tutti i tasselli lavorano molto bene insieme ed è l’ideale per il mio gioco il modo in cui ci mescoliamo

Coach Dwane Casey avrà quest’anno altre frecce nel suo arco per migliorare la stagione dell’anno scorso. Nei playoffs della scorsa stagione i Pistons sono stati eliminati dai Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo con un sonoro 4-0, complice l’assenza di Blake Griffin. Quest’anno col roster al completo, la squadra del Michigan può puntare a migliorare quel risultato con giocatori del calibro di Reggie Jackson, Blake Griffin e Andre Drummond.

Francesco Catalano
fr.cata7@gmail.com
No Comments

Post A Comment