Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Sam Presti: “Josh Giddey non voleva partire dalla panchina”

Sam Presti: “Josh Giddey non voleva partire dalla panchina”

di Michele Gibin

Josh Giddey ha chiesto e ottenuto dagli Oklahoma City Thunder la trade perché non aveva accettato il ruolo da riserva che OKC prospettava per lui, dalla prossima stagione, così ha ricostruito il GM dei Thunder Sam Presti.

Giddey è finito ai Chicago Bulls in uno scambio alla pari con lo specialista difensivo Alex Caruso, a Chicago il giocatore australiano partirà come point guard titolare, il suo ruolo occupato per tre stagioni a OKC, al posto di Lonzo Ball il cui rientro e futuro con la squadra è ancora da decidere. Presti ha confermato in una dichiarazione a commento della trade, che Josh Giddey “non era d’accordo con la nostra visione per lui, di come avremmo potuto massimizzare il nostro roster e anche i suoi punti di forza e il suo talento. Parlando con lui abbiamo quindi esplorato la possibilità di una trade verso un’altra squadra“.

Il ruolo pensato da Presti per Giddey era quello di riserva, lo stesso tenuto ai playoffs dove l’australiano era stato rimosso dal quintetto base da coach Mark Daigneault nella serie contro i Dallas Mavs, poi persa, per ragioni offensiva. Dalla prossima stagione a OKC il suo posto da titolare se lo giocheranno Caruso e il secondo anno Cason Wallace.

Josh Giddey ha chiuso il suo 2023-24 a 12.4 punti di media con 6.4 rimbalzi e 4.8 assist a partita, ma con il 33.7% da tre in appena 3 tentativi a partita, il punto debole principale del suo gioco offensivo.

You may also like

Lascia un commento