fbpx
Home NBANBA TeamsBrooklyn Nets Sean Marks difende Kyrie Irving dalle critiche: “Tornerà quando sarà pronto”

Sean Marks difende Kyrie Irving dalle critiche: “Tornerà quando sarà pronto”

di Stefano Cardone

Kyrie Irving ha voltato pagina nell’ultima estate, trasferendosi ai Brooklyn Nets insieme a Kevin Durant. Le voci mai esaustive di critica non terminano, e Irving si ritrova sempre al centro di un dibattito che comprende fans, giornalisti e addetti ai lavori. Da quando ha lasciato la sua casa madre di Cleveland, Kyrie non si è mai espresso come avrebbe dovuto e voluto fare, incontrando non poche difficoltà nei due anni ai Boston Celtics.

I Nets infatti senza Irving viaggiano con un attivo di 9 vittorie e 4 sconfitte, trascinati da Spencer Dinwiddie che sta rifinendo sempre meglio il suo percorso di crescita. In queste 14 partite Irving non c’è stato per un problema alla spalla destra, un infortunio che sta durando più del previsto, quasi un mese, ed ha avuto l’effetto collaterale di sollevare un polverone di non poche polemiche, Ma Brooklyn non è preoccupata, la dirigenza aspetta pazientemente un recupero del 100% per evitare guai peggiori.

Sean Marks GM, dei Nets, dopo la sconfitta contro gli Charlotte Hornets per 113-108 ha così parlato a Yahoo Sports: “Penso che la durata di ogni infortunio sia condizionata dalla mente e dal corpo di un giocatore, che decide come affrontarlo, Kyrie è un perfetto esempio. Siamo una squadra giovane con tanti ragazzi che hanno le proprie debolezze e la loro sensibilità, non dobbiamo forzarli a tornare prima da un infortunio, si devono sentire pronti loro”.

Nets, Sean Marks su Irving: “Tornerà solo quando sarà al 100%”

Parole di comprensione quelle di Marks, purtroppo dall’altra sponda non ci sono le medesime parole di conforto. Tre ex campioni dei Boston Celtics hanno criticato il gioco e il comportamento di Irving. Kendrick Perkins ha affermato che Irving ha simulato l’infortunio per evitare un viaggio di ritorno a Boston il 27 novembre. Paul Pierce ha dichiarato che Irving meritava di essere fischiato dai fan dei Celtics, che alla fine hanno cantato “Kyrie fa schifo!” E lo hanno definito un “codardo” quella notte. E Kevin Garnett in seguito, ha suggerito che Irving non avesse avuto gli attributi per vincere a Beantown.

Irving ha risposto alla sua dura accoglienza a Boston tramite un lungo post su Instagram, senza rivolgersi ai giornalisti.

“Penso che tutti abbiano diritto alla loro opinione”, ha continuato Marks a Yahoo Sports. “Non giudicherò mai un ragazzo di un’altra squadra fino a quando non avrò conosciuto quella persona. Penso che sia abbastanza chiaro che Kyrie sia legittimamente ferito dopo gli episodi e i cori contro al Boston-Garden.”

Abbiamo visto quanto Kyrie sia competitivo quando era in salute all’inizio della stagione. E gli do credito per voler tornare al 100%. Quindi giudichiamo questo libro quando esamineremo alcuni capitoli, non le prime 5-10 partite della stagione 

Irving ha segnato in media 28,5 punti, 7,2 assist e 5,4 rimbalzi, inclusa un’incredibile prestazione da 50 punti nel suo debutto a Brooklyn. Ma i Nets hanno iniziato con un 4 vittorie e 7 sconfitte prima di arrivare tra le prime 8, alimentando le domande sul fatto che Irving possa, davvero, vincere e far migliorare i suoi compagni di squadra.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi