fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCleveland Cavaliers Shaquille O’Neal critica i giocatori dei Cavs: “Thugs? Sono soft!”

Shaquille O’Neal critica i giocatori dei Cavs: “Thugs? Sono soft!”

di Federico Ferri

L’ex giocatore NBA e attuale opinionista televisivo della NBA su TNT, Shaquille O’Neal, si è esposto sulla situazione Cavs-Beilein criticando i giocatori per il loro atteggiamento.

Shaq non è di certo uno che non le manda a dire, e anche in questo caso lo ha dimostrato. Il vincitore di 4 anelli NBA ha criticato i giocatori dei Cleveland Cavaliers per essersi lamentati dell’atteggiamento del proprio allenatore, chiamandoli “soft”.

Tutto il putiferio scatenatosi tra l’allenatore e i giocatori è scaturito da un errore di pronuncia da parte di John Beilein. Infatti il coach avrebbe urlato “thugs”(“delinquenti”) invece che “slugs”(“lumache”) ai suoi giocatori, durante un allenamento. Evidentemente voleva dire ai propri atleti che si stavano muovendo quasi a rallentatore.

Sentendosi chiamati “delinquenti” i giocatori si sono irritati e hanno chiesto delle scuse da parte del proprio condottiero, che sono poi arrivate. “Basta essere così sensibili, io sono stato chiamato in modi peggiori“, così Shaquille O’Neal critica l’atteggiamento del gruppo. Shaq termina poi il suo intervento sui giocatori dei Cavs in questo modo: “Non mi va giù il fatto che i giocatori stiano facendo di tutti per cercare di far licenziare il proprio allenatore perché credono di star lavorando troppo“.

Cavs, quanti problemi dentro e fuori dal campo

Negli ultimi giorni i Cavs non se la stanno passando molto bene, oltre allo scontro nato dalla gaffe di Beilein, c’è stata a discussione tra il leader del gruppo Kevin Love e Koby Altman. Il numero 0 ha inveito contro il GM dei Cavaliers criticando l’atteggiamento della squadra e del front office, colpevoli secondo l’ex Twolves di scarso impegno e passione.

Al momento la squadra si trova al 13esimo posto della Eastern Conference, con un record di 11 vittorie e 27 sconfitte. La vittoria di stanotte all’overtime contro Detroit ha interrotto un filotto di 5 sconfitte consecutive. L’eroe di giornata è stato Tristan Thompson: 35 punti, 14 rimbalzi e 15 tiri su 20 messi a segno. i 28 punti e 23 rimbalzi di Andre Drummond e i 27 punti e 7 rimbalzi di Derrick Rose non sono bastati ai padroni di casa di superare gli ospiti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi