fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Shaquille O’Neal: “Non guarderò la cerimonia per la Hall of Fame di Kobe, non ce la farei”

Shaquille O’Neal: “Non guarderò la cerimonia per la Hall of Fame di Kobe, non ce la farei”

di Michele Gibin

Non esiste dubbio che il momento culmine della cerimonia che si terrà il prossimo 29 ottobre a Springfield, Massachussets, per introdurre la classe del draft 2020 sarà il momento in cui Kobe Bryant entrerà ufficialmente nella Hall of Fame del basket mondiale.

Difficile pensare oggi a chi potrà toccare l’onore ed il difficile compito di parlare in vece di Kobe per un discorso di accettazione che la leggenda dei Lakers non potrà sostenere, discorso cui per sua stessa ammissione il vecchio compagno di squadra Shaquille O’Neal non avrà il coraggio di assistere. “Non guarderò la cerimonia di introduzione di Kobe, oggi in una scala da 1 a 10 la mia tristezza è faticosamente scesa a 2, se guardassi quel momento tornerebbe a 7, 8, 9… non penso di farcela. Non riesco nemmeno più a vedere i vecchi highlights“.

Penso sarebbe bellissimo se Vanessa tenesse il discorso, o uno dei suoi genitori“, così Shaq durante l’ultimo episodio del suo podcastMa vedremo, io non credo che potrò assistervi. Una cosa che sarebbe carino fare? Una sorta di ologramma, con Kobe seduto di fianco ad ognuno dei suoi cari e amici“.

Oltre a Kobe Bryant, nella classe della Hall of Fame 2020 entreranno altri due vecchi rivali di Shaquille O’Neal e dei Los Angeles Lakers: Tim Duncan e Kevin Garnett, assieme alla ex star delle Indianapolis Fever ed olimpionica Tamika Catchings, e a coach Rudy Tomjanovich.

Già all’indomani della scomparsa in un incidente aereo di Kobe Bryant, della figlia 13enne Gianna Maria e di altre 7 persone lo scorso 26 gennaio a Los Angeles, il presidente della Naismith Basketball Hall of fame Jerry Colangelo aveva annunciato l’inserimento postumo d’ufficio per l’ex star dei Lakers, che in 21 stagioni NBA ha vinto 5 titoli e 2 premi di MVP delle finali, con 18 convocazioni all’All-Star Game. Bryant è inoltre oggi il quarto miglior marcatore ogni epoca nella storia della NBA, dietro a LeBron James, Karl Malone e Kareem Abdul-Jabbar.

Sarà l’apice della sua carriera, siamo davvero orgogliose di lui“, così Vanessa Bryant all’indomani della notizia ufficiale della nomina nella Hall of Fame di Kobe “E’ un onore incredibile, un grande riconoscimento. Vorremmo che fosse qui con noi a celebrare, c’è però un poco di conforto nel sapere che sarebbe stato comunque parte della classe di hall of famer del 2020“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi