Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Spurs, Becky Hammon diventa la prima donna ad allenare una partita NBA

Spurs, Becky Hammon diventa la prima donna ad allenare una partita NBA

di Michele Gibin
becky hammon spurs

La partita tra Lakers e Spurs del 30 dicembre 2020 passerà alla storia personale di LeBron James, e a quella del basket NBA, perché è diventata la prima partita ufficiale allenata da una donna, Becky Hammon. Con coach Gregg Popovich espulso nel orimo tempo della scinfitta Sours per 121-107, Hammon è subentrata in qualità di primo assistente e agito da capo allenarice, coronando una piccola pietra miliare nella storia della National Basketball League.

Becky Hammon, grande ex giocatorice WNBA, è assistente allenatrice di Gregg Popovich dal 2014. Nel 2015 aveva già preso il posto di Pop in Summer League, segnando un primo traguardo prima della serata di mercoledì, e nella bolla di Orlando aveva allenato una delle partite di esibizione pre-stagionali, contro i Milwuakee Bucks. “Credo sia un momento davvero significativo, faccio parte di questa organizzazione ormai dal 2007 (San Antonio Stars della WNBA, ndr), da 13 anni. Personalmente ho investito tanti anni qui, e loro hanno investito tanto su di me, sulla mia crescita professionale“. nel secondo quarto di gioco, Gregg Popovich si è visto fischiare il secondo fallo tecnico della sua partita, che vale l’espulsione automatica. Pop, racconta Hammon, ha quindi indicato la sua assistente prima di lasciare il parquet dell’AT&T Center: “Ha solo indicato che toccava a me… molto in stile Pop. Non ho ancora avuto modo di riflettere sulla cosa, penso solo a non guardare troppo alle implicazioni perché può diventare travolgente farlo“.

Lo scorso anno, era stato Tim Duncan a figurare come primo assistente di Popovich e a sostituirlo in occasione di una partita di novembre contro i Portland Trail Blazers. Duncan ha però chiuso dopo un anno, almeno temporaneamente, la sua esperienza da assistant coach, sancendo la promozione sl campo di Becky Hammon.

Becky è una giocatrice, e chiunque conosca almeno un poco il basket femminile sa quanto abbia fatto per questo sport, per cui non ci sono dubbi, è una di noi e quando parla siamo tutto orecchi. Anche quando c’è Pop, durante i time out si occupa dei set difensivi e degli schemi“, così DeMar DeRozan dopo la partita. DeJounte Murray: “Siamo vicini, lei era già qui quando sono arrivato io e l’ho sempre vista lavorare e parlare con tutti i giocatori, con i veterani, la adoro. Credo che il futuro sia grande per lei, potrebbe accadere che un giorno possa diventare head coach (…) sta facendo da esempio per tutte le donne“.

Anche LeBron James rende omaggio a Hammon: “Sentirla gridare schemi e chiamate è fantastico, lei ha una grande passione per il gioco per cui congratulazioni a lei. Ci ha messo tanto lavoro e quando succede, vieni sempre premiato“. Complimenti anche da coach Frank Vogel: “Se lo merita, ci siamo parlati prima della partita, lei è qui per un motivo. I ragazzi hanno un grande riseto per lei, sarà una grande allenarice“.

I San Antonio Spurs hanno sempre inseguito in partita, DeJounte Murray è stato il miglior realizzatore con 29 punti e 7 assist in 35 minuti di gioco. Gli spurs hanno dovuto fare a meno di LaMarcus Aldridge, out a causa di un fastidio al ginocchio destro e che sarà valutato giorno per giorno.

You may also like

Lascia un commento