Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Spurs, Popovich commenta le prime 50 partite di Wembanyama

Spurs, Popovich commenta le prime 50 partite di Wembanyama

di Michele Gibin
wembanyama

Anche per Victor Wembanyama è arrivato il momento della pagella del semestre, dopo la pausa per l’All-Star Game, e anche se i San Antonio Spurs sono una fabbrica di sconfitte, il giudizio di coach Gregg Popovich è stato positivo, e articolato.

Wemby e gli Spurs hanno ripreso la stagione con un KO per 127-122 contro i Sacramento Kings, il rookie francese ha chiuso con 19 punti e 13 rimbalzi, 4 assist e 5 recuperi difensivi con 5 stoppate, ha tirato male da tre (1 su 6) ed è stato portato a scuola in almeno un paio di occasioni da Domantas Sabonis, che gli ha stampato in faccia una tripla doppia.

Dopo la partita, a precisa domanda coach Pop ha parlato a lungo delle prime 50 partite da giocatore NBA di Victor Wembanyama: “Non avrei detto avrebbe guidato la lega per stoppate. Mi ricorda un po’ David Robinson, guardi le partite e inizi a dare per scontato David e cosa faceva. E’ andato bene a rimbalzo? Quanti punti ha segnato? Diresti 12-14 e invece sono 24 punti, 11 rimbalzi e 4 stoppate, per dire (…) ecco, questo ce lo si aspetta già da Victor, segna, prende i rimbalzi e stoppa“.

Perde un po’ troppi palloni e ci stiamo infatti concentrando su questo” ha continuato Popovich “Il suo gioco deve diventare più solido, più attento, deve capire le situazioni e come le difese lo affrontano, giocare nel traffico. Occore del tempo. Però possiamo già fargli portare la palla, mandarlo in post e fargli guidare un pick and roll ed è parecchio per uno che è un rookie e non ha idea spesso di chi lo stia marcando o di chi stia marcando lui. Tutta questa stagione per lui è un imparare come si gioca in questa lega, i giocatori e il livello di fisicità. E’ imperativo diventare più solido e più attento. Penso che per lui la differenza la farà quanto un buon passatore sia, a volte alcuni passaggi sono un po’ molli oppure con qualche effetto speciale di troppo, oppure senza guardare a dove sia il ricevitore“.

E poi sui fondamentali, gli arresti, il passo e tiro. In aereo guardiamo i video di Michael Jordan, di Kevin McHale, di Duncan e di Olajuwon, per vedere che lavoro di piedi c’è dietro, che movimenti“.

Alla sua prima stagione NBA, Victor Wembanyama sta viaggiando a 20.5 punti di media con 10.1 rimbalzi e 3.2 assist, col 46.6% dal campo e 3.2 stoppate a partita, primo nella NBA, con 3.4 palle perse.

You may also like

Lascia un commento