fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Incidente Bryant, Vanessa fa causa alla compagnia di voli charter

Incidente Bryant, Vanessa fa causa alla compagnia di voli charter

di Michele Gibin

Vanessa Bryant, vedova di Kobe Bryant e madre di Gianna Maria, scomparsi lo scorso 26 gennaio a Calabasas, Los Angeles, assieme ad altre sette persone in un incidente aereo, farà causa alla compagnia di voli charter proprietaria dell’elicottero utilizzato dalla star dei Lakers, e per interposta persona ad Ara Zobayan, il pilota del velivolo anch’egli deceduto nello schianto, ed i suoi rappresentanti.

Nell’azione legale – si indagherà per omicidio colposo – i legali di Vanessa Bryant contestano a Zobayan la condotta pericolosa, che avrebbe dato luogo allo schianto fatale. Sarebbero ben 8 le azioni diverse e scorrette del pilota che avrebbero generato la catena di eventi.

La prima colpa dell’esperto Zobayan sarebbe stata, secondo gli avvocati, quella di non aver abortito il volo nonostante le condizioni climatiche e la nebbia bassa non permettessero all’elicottero di volare con le sole regole del volo a vista. Il pilota non avrebbe poi saputo attestare per tempo e con precisione le condizioni climatiche sfavorevoli in cui si era imbattuto durante il volo.

Pochi minuti prima dello schianto, avvenuto tra le 9:35 e le 9:37 della mattina del 26 gennaio scorso, Ara Zobayan aveva richiesto alla torre di controllo dell’aeroporto Van Nuys di Los Angeles la procedura di volo assistito, a causa della ridotta visibilità. Dalla torre di controllo era arrivata la segnalazione che il velivolo si trovava a quota troppo bassa per essere individuato dai radar.

In prossimità delle colline sopra Calabasas, il pilota aveva optato per una rapida ascesa in verticale per oltrepassare un banco di nuvole basse, probabilmente disorientandosi per la scarsa visibilità e finendo ad alta velocità contro il crinale di una collina a circa 430 metri d’altitudine. Il forte impatto ha dunque generato un incendio localizzato.

View this post on Instagram

Never left. 24/02 Fa male sempre Riempie il cuore sempre vedere tanto amore🐍♥️

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

Le indagini del NTSB hanno attestato nelle settimane successive che il mezzo era sprovvisto del dispositivo di prossimità utile a segnalare ai piloti l’avvicinarsi del terreno, e che i mezzi della Island Express sono sprovvisti dei permessi per il volo ad altra quota, con le regole del volo assistito tramite gli strumenti di bordo in caso di scarsa visibilità, permessi di cui però Ara Zobayan disponeva regolarmente, Nel 2015, Zobayan fu sanzionato per non aver segnalato in maniera opportuna e per tempo una manovra che lo aveva portato ad entrare senza permesso nello spazio aereo del LAX Airport.

Lunedì 24 febbraio allo Staples Center di Los Angeles si è tenuto un memoriale pubblico in omaggio di Kobe Bryant, della figlia 13enne Gigi e delle altre 7 vittime dell’incidente. Tra gli oratori, Vanessa, l’ex compagno di squadra ai Los Angeles Lakers Shaquille O’Neal, l’allenatore della squadra femminile di UConn Geno Auriemma, Diana Taurasi, Sabrina Ionescu e Michael Jordan.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi