Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Warriors, Green espulso contro i Cavs per tecnico “retroattivo”

Warriors, Green espulso contro i Cavs per tecnico “retroattivo”

di Michele Gibin
warriors cavs green espulso

Draymond Green è stato espulso per doppio fallo tecnico “retroattivo” nel terzo quarto della partita poi persa dai suoi Golden State Warriors per 118-110 contro i Cleveland Cavs, al Chase Center di San Francisco.

Green ha giocato appena 18 minuti per 8 punti con 5 rimbalzi e 4 assist, l’ala di Golden State aveva ricevuto un primo fallo tecnico nel secondo periodo di gioco per proteste dopo un fallo commesso a rimbalzo d’attacco contro Georges Niang. Il secondo fallo tecnico e conseguente espulsione sono arrivati nel terzo quarto, e dopo che gli arbitri, come loro concesso dalle regole, si sono avvalsi dell’instant replay minuti dopo l’azione incriminata.

Draymond Green è stato sanzionato per aver “alzato il gomito” contro Donovan Mitchell per liberarsi dalla sua pressione difensiva. Per proteggere il pallone, Green ha alzato il braccio sinistro sfiorando Mitchell al volto, la star dei Cavs ha eccepito al gesto del numero 23 di Golden State e ne è nato un battibecco tra i due, che sono stati separati non senza fatica. Al momento dell’episodio il punteggio era di 76-66 per Cleveland con oltre 6 minuti ancora da giocare.

L’intera operazione di revisione dell’azione ha impiegato diversi minuti, passati i quali gli arbitri hanno optato per un fallo tecnico per Green, che è stato quindi espulso. Al momento del fischio, gli arbitri avevano deciso per il semplice fallo personale in attacco per Dray.

I Cavaliers hanno vinto la partita con 21 punti di Mitchell, 19 punti di Evan Mobley e 22 punti dalla panchina per Caris LeVert. Per Golden State 30 punti con 9 su 24 dal campo per Stephen Curry, gli Warriors hanno subito 34 punti nel quarto quarto decisivo. Dopo la partita coach Steve Kerr ha protestato per l’espulsione retroattiva, a suo dire, di Draymond Green. “Non avevo idea che si potesse fare, ma evidentemente si può fischiare un fallo tecnico a un giocatore minuti dopo, col replay. E allora ci sarebbero un sacco di situazioni che negli anni mi sarebbe piaciuto rivedere… è stata una cosa bizzarra“.

Anche Green ha commentato: “Sono sempre quello che è stato cacciato da una partita di NBA Finals per dei falli flagrant che sono stati decisi a partita finita. Ormai nulla mi sorprende più“.

You may also like

Lascia un commento