Pistons, Jennings fuori fino a dicembre

di Antonio Cannizzaro

Secondo quanto riportato da  Kurt Helin di Pro Basketball Talk su NBC Sport, il play dei Detroit Pistons, Brandon Jennings, resterà probabilmente fuori almeno fino a dicembre, saltando così la prima parte della nuova Regular Season 2015-16.

Brandon Jennings

Brandon Jennings

I Pistons saranno  costretti a stare senza un pezzo importante del loro backcourt ancora per qualche mese. Il giovane play ex-Virtus Roma ha subito un infortunio al tendine d’Achille durante la scorsa stagione. Purtroppo il suo recupero non sta procedendo come l’Head Coach nonchè President of Basketball Operations , Stan Van Gundy, avrebbe voluto.

Lo stesso Van Gundy parlando al  Detroit Sport 105.1 ha affermato:

“Non sappiamo quando Brandon sarà nuovamente in salute. Al momento sta ancora recuperando. Probabilmente lo riavremo nuovamente a disposizione verso metà o fine dicembre.”

Tramite il suo account Twitter ufficiale, Jennings ha comunque dichiarato che conta di riprendersi completamente in 6-9 mesi dopo che ha subito quel devastante infortunio lo scorso gennaio. Helin però tende a precisare che gli sembra un pronostico troppo ambizioso per un infortunio che ha stroncato le carriere di parecchi giocatori.

Forse Jennings vuole affrettare il suo ritorno in quanto è nell’ultimo anno del suo contratto con la franchigia di Motor City

Con Van Gundy che ha rifirmato Reggie Jackson con un contratto quinquennale, dopo che si è conclusa la trade con OKC, Jennings molto probabilmente sarà relegato al ruolo di play di backup per i Pistons nel 2016. 

Storicamente Van Gundy paga eccessivamente i giocatori per andare nelle sue squadre vedi Miami, Orlando e adesso Detroit.   Può lo scambio e la tempestiva estensione contrattuale di Reggie Jackson aver tolto il ruolo da titolare a Jennings? Al momento sembra la soluzione più probabile, aspettando l’impatto che darà Jennings uscendo dalla panchina, quando sarà finalmente pronto, nei primi mesi del 2016.

Il front office dei Pistons si sta però occupando della riabilitazione di Jennings con grande precauzione. Supponendo che possa riprendersi in tempo per gennaio riuscendo a dare il suo contributo per la restante parte della stagione, Detroit potrebbe potenzialmente lottare per un settimo o ottavo posto nella Eastern Conference.

Per ora tocca a Jackson e compagni tenere a galla i Pistons durante questa assenza forzata di Jennings. Riusciranno, nonostante tutto, a ritagliarsi quel ruolo da co-protagonisti in una Easter Conference che vuole rilanciare sempre più le proprie ambizioni?

Per NBA Passion,

Antonio Cannizzaro (@AntonioCan22 on Twitter)

You may also like

Lascia un commento