Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Le top 15 ali per la stagione NBA 2022/23

Le top 15 ali per la stagione NBA 2022/23

di Carmen Apadula

La stagione NBA 2022/2023 sta per iniziare.

La prima palla a due è prevista per il 19 ottobre, giorno in cui si scontreranno i Boston Celtics con i Philadelphia 76ers, e i Golden State Warriors con i Los Angeles Lakers (per un inizio col botto).

Nell’attesa che la nuova regular season abbia inizio, andiamo quindi a prevedere quali saranno le migliori 15 ali NBA della stagione che si appresta a partire. 

15 – Josh Giddey

Partiamo da lui. Gli Oklahoma City Thunder ruotano ancora attorno a lui e a Shai Gilgeous-Alexander, dunque il giocatore australiano potrebbe assumere un ruolo più ampio nel team nel corso del suo secondo anno in NBA. Lo scorso anno, ha tirato con un 26.3% dall’arco ma, se quest’anno la sua media nel tiro da tre punti migliorerà, non sarà difficile vederlo collezionare triple doppie una dopo l’altra. 

14 – Scottie Barnes

Rookie of the Year della stagione 2021/2022, premio ricevuto non a caso. Il giocatore è dotato di un’ottima difesa multiposizionale e un gioco molto solido di floater, oltre ad un altissimo potenziale in attacco. Finora abbiamo potuto vedere molto delle sue abilità più interessanti, nella speranza di continuità durante la prossima stagione. 

13 – Mikal Bridges

Quarto nella classifica di punteggio per il plus/minus difensivo (1.0) e di percentuale per il tiro da tre punti (39.7), dietro solo ad Alec Burks, Nicolas Batum e Kawhi Leonard. L’età di Chris Paul avanza e si fa sentire, mentre Jae Crowder è probabilmente in procinto di lasciare la squadra. Ciò significa che i Phoenix Suns potrebbero chiedere un po’ di più a Mikal Bridges. In ogni caso, il giocatore rimane comunque un’arma preziosissima per il gioco. 

12 – Tobias Harris

Si è adattato perfettamente a tutti cambiamenti subiti dai Sixers in queste ultime stagioni. Con Joel Embiid e James Harden al suo fianco, e il miglioramento costante di Tyrese Maxey, il team può contare su un attacco vario e che gira bene. Il giocatore non riesce a difendere sui blocchi, ma resta un pezzo fondamentale per Philadelphia soprattutto grazie alla sua capacità di realizzare in maniera costante. La sua media di punti a partita corrispondeva a 19.5 nella stagione 2020/2021, calata ora a 17.2 nell’ultima stagione, ma ciò non diminuisce il suo contributo fondamentale per la squadra. 

11 – Brandon Ingram

Con il (tanto atteso) ritorno di Zion Williamson, e l’aggiunta a roster di CJ McCollum, Ingram dovrà sicuramente adattarsi ed evolvere un po’ il suo stile di gioco. Da buon realizzatore dalla media distanza, dovrà stavolta integrare i suoi compagni di squadra grazie a più tiri da tre punti. Di recente emerso come All-Star, risulta particolarmente affidabile nella realizzazione di molti punti. Nelle sue ultime tre stagioni ha viaggiato con una media di 22 punti a partita, tirando con il 32.7% da fuori nell’ultima stagione, contro il 39.1% e il 38,1% delle due precedenti. 

You may also like

Lascia un commento