fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA Passion App Ultimi a morire: Wade e Draymond Green

Ultimi a morire: Wade e Draymond Green

di Marco Tarantino
Ultimi ad arrendersi, ultimi a mollare le sfide in Oregon ed a Miami: Dwyane Wade e Draymond Green, autori nelle sconfitte degli Heat e dei Warriors, di due prestazioni monster. Gli sconfitti ne piazzano complessivamente 75, con 17 rimbalzi, 12 assist ed esattamente la stessa percentuale da tre punti: 66.7%, cifre da urlo che non bastano a salvare però le proprie squadre.
37 punti
9 rimbalzi
8 assist
66.7% da tre punti
Damian Lillard, Draymond Green, Klay Thompson

Portland Trail Blazers’ Damian Lillard (0) drives to the basket Golden State Warriors’ Draymond Green (23) and Klay Thompson

Draymond Green aiutato anche da Klay Thompson da 35 punti col 50% e rotto dal campo: è la diciottesima volta che due compagni di squadra realizzano almeno 35 punti tirando con almeno il 50% dal campo in una sfida di playoffs. 

 
38 punti
8 rimbalzi
4 assist
66.7% da tre punti
Dwyane Wade che combatte da solo sull’isola contro Toronto: le sue cifre da tre punti in questi playoffs sono spaventose se paragonate anche a quanto fatto in stagione. Praticamente infallibile, un cecchino, mentre in regular season pochi tiri e zero canestri. Sono 8 triple realizzate nei playofs, in tutta la RS sono stati 7 da fuori l’arco dei tre punti: stessi numeri del 2006, quando Dwyane Wade ne mise 14 ai playoffs e 13 in regular season. Clutch
Il migliore a punti dopo Flash? Dragic, con soli 12 messi a referto con il 35% dal campo, e Joe Johnson a quota 10, quindi tutti gli altri compagni di squadra sotto la doppia cifra, davvero troppo poco per poter vincere game 3 contro un Lowry on fire.
 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi