Home NCAA Basketball Michigan State vince e convince contro Kansas grazie alla grande partita di Denzel Valentine!

Michigan State vince e convince contro Kansas grazie alla grande partita di Denzel Valentine!

di Francesco Tarantino

La stagione NCAA sta per entrare nella parte più importante, e come ogni anno, a novembre, si svolge il Classic Champions a Chicago, allo United Center. Uno dei tornei più importanti di inizio stagione di tutta la lega nella quale si scontrano, i Kentucky Wildcats, i Duke Blue Devils, i Michigan State Spartans di Denzel Valentine e i Kansas Jayhawks, gli accoppiamenti delle partite sono invariabili tra le prime due e le seconde due.Questo è il primo vero test per tutti i freshmen e non solo. Gli allenatori avranno la possibilità di provare alcune cose contro una squadra di un livello simile, se non più forte.

La prima sfida ha visto affrontarsi i Kentucky Wildcats e i Duke Blue Devils, due atenei di grandissima importanza che hanno cambiato moltissimo dall’anno scorso, vista la decisione da parte di molti elementi di compiere il grande salto nel paradiso del basket, l’NBA.

Nella seconda partita, invece, troviamo i Michigan State Spartans di coach Izzo di fronte ai Kansas Jayhawks di coach Bill Self al suo tredicesimo anno sulla panchina dell’ateneo.

Occasione per sperimentare la profondità del roster e la validità di ogni singolo elemento, grosso modo tutti gli elementi hanno avuto spazio per poter dimostrare le proprie capacità e mettere in difficoltà i coach nella decisione delle rotazioni.

La contesa si è risolta a favore dei Spartans per 73-79 guidati da un magistrale, superlativo Denzel Valentine che ha letteralmente azzannato la partita e ha fatto notare dei miglioramenti dal punto di vista psicologico e della tenuta mentale.

Denzel Valentine, autore di una grandissima partits, ha guidato MSU alle Final Eight.

Denzel Valentine, autore di una grandissima partita, ha guidato MSU alle Final Eight.

Per quanto riguarda, gli altri elementi del team, buone risposte da Forbes e Costello, rispettivamente tredici e dieci punti, nonostante il primo sia apparso leggermente sottotono.

Segnali positivi da Matt Mcquaid uno dei nuovi ragazzi, provenienti dal recruiting nonostante non sia ancora al massimo.

Kansas è sembrata, invece, in appannamento, la squadra di Bill Self ha faticato e non poco, sarà importante ritrovare la chimica di squadra, poiché a livello di singoli, ci troviamo davanti ai migliori roster del basket collegiale a stelle e strisce.

Tra i titolari il migliore è stato Perry Ellis che con ventuno punti è stato il migliore dei suoi, anche se a differenza di Michigan, gli altri elementi del quintetto sono stati più produttivi: Franck Mason III con in dote quatordici punti e Wayne Selden con dodici.

Panchine abbastanza imbarazzanti e irrilevanti.

La partita essenzialmente è stata decisa dalla difesa e dalla cattiveria ma soprattutto grazie alla prestazione di Denzel Valentine che ha determinato la vittoria della compagine di Izzo.

Tuttavia siamo solo all’inizio e il tragitto fino alla March Madness è lungo e tortuoso.

Per NBA Passion,

Francesco Tarantino

You may also like

Lascia un commento