300 triple per James Harden: eguagliato Curry

James-Harden-tira

Ottava vittoria di fila per gli Houston Rockets, che superano di misura i Dallas Mavericks nell’ultimo derby stagionale all’American Airlines Center, imponendosi per 94-93. Le due squadre si danno battaglia fino all’ultimo possesso, con le difese che prevalgono sugli attacchi sterili (36% dal campo e 30% da dietro l’arco per gli ospiti, 41% al tiro e 28% da tre per i padroni di casa).

Dopo aver concluso il primo tempo in vantaggio di quattro lunghezze (58-54), nella ripresa i Rockets incassano un parziale di 39-36, riuscendo comunque a portare a casa un successo preziosissimo per blindare il terzo posto e avvicinarsi ai Denver Nuggets secondi e ai Golden State Warriors – sconfitti alla Oracle Arena dai Phoenix Suns – primi.

Appena 20 punti, 5 rimbalzi, 4 assist e una stoppata per James Harden, che tira malissimo (28% con 7/25 dal campo e 20% con 3/15 dalla lunga distanza) e tira soltanto 3 liberi in tutto l’incontro, oltre a far registrare 5 palle perse e altrettanti falli commessi. Il Barba non segnava così poco dallo scorso 8 dicembre, quando mise a referto appena 15 punti, 6 rimbalzi e 2 assist nel ko per 118-91 contro gli Utah Jazz.

8 in fila per i Rockets, 300 triple per il Barba

300 triple a bersaglio in questa stagione per James Harden, che entra nel club di cui faceva parte soltanto Steph Curry.

Rispetto a tre mesi fa, però, Houston è un gruppo che non si sfalda facilmente di fronte alle difficoltà e sa cosa fare per vincere anche quando le cose non vanno nel verso giusto. Lo dimostra la grande attitudine difensiva dei Razzi, con la ciliegina sulla torta messa da Chris Paul, che stoppa Brunson a tempo scaduto e regala l’ottavo successo consecutivo ai suoi.

A quota 297 triple segnate in stagione prima della palla a due, Harden sale a 300 e, oltre a confermarsi nettamente il giocatore con più conclusioni vincenti da dietro l’arco nel corso di questa regular season, riesce in un’impresa di cui si era reso autore soltanto Steph Curry, ossia segnare almeno 300 triple in una stagione.

Il due volte MVP dei Golden State Warriors ci era già riuscito nel 2016-2017 (324) e nel 2015-2016 (402 nell’anno del record di 73 vittorie e 9 sconfitte), mentre nel 2014-2015 si era fermato a 286. Harden, dal canto suo, è già risultato il giocatore con più triple segnate nella scorsa stagione (265, suo massimo in carriera prima delle 300 di quest’anno).

Il detentore dell’MVP, inoltre, ha già tentato 835 conclusioni dalla lunga di distanza in 62 presenze. Soltanto Curry ne ha totalizzate di più in una singola regular season nella storia della lega, tirando ben 886 triple nel 2015-2016, anno del suo secondo MVP consecutivo. Con 16 partite rimaste, riuscirà Harden a superarlo?