AD7

Suns, Devin Booker sull’ultima sconfitta: ”Siamo imbarazzanti”

Un Devin Booker adirato a causa delle pessime prestazioni dei Phoenix Suns sprona i suoi compagni: "L'ultima partita un passo indietro enorme, dobbiamo aiutarci di più in campo"

Devin Booker è molto irritato dalle pessime prestazioni dei suoi Phoenix Suns. La guardia pensa che sia arrivato il momento di fare mea culpa da parte di tutti i membri del team, e denuncia una mancanza di chimica nella squadra.

Due giorni dopo la vittoria contro i Memphis Grizzlies grazie a un buzzer-beater di Booker, i Brooklyn Nets hanno demolito i Phoenix Suns per 104-82. Il pubblico della Talking Stick Resort Arena non l’ha presa bene, e ha iniziato a fischiare i propri beniamini al termine del match.

”Fa schifo”, ha esordito Booker ai microfoni nel post partita ”Pensavamo che l’ultima partita fosse stata un passo avanti per noi, invece ne abbiamo fatto un altro indietro stanotte. Non ci siamo difesi e siamo stati spazzati via sul nostro campo. È imbarazzante”.

”Tutte le buone squadre godono di piena fiducia e di chimica, sono capaci di cavarsela l’uno con l’altro e hanno dei buoni obiettivi. Noi non abbiamo questa fiducia per ora. Non ci incoraggiamo l’uno con l’altro, non ci aiutiamo, ed è quello di cui abbiamo bisogno adesso.”

View this post on Instagram

See ya Thursday.

A post shared by Phoenix Suns (@suns) on

Coach Kokoskov: ”Abbiamo bisogno l’uno dell’altro”

Quella contro i Nets è stata l’ottava sconfitta nelle ultime 9 partite per i Suns. Di queste 9 partite, 6 sono state perse per 18 o più punti. Booker si sente quindi di dare ragione ai fans che li hanno contestati a fine partita.

”Avrei fatto la stessa cosa se fossi stato lassù”.

Alla domanda su come i Suns possono migliorare, Devin Booker ha così risposto: ”Io e i miei compagni dobbiamo semplicemente sostenerci reciprocamente, e tutto andrà bene”.

NBA Draft 2018Il rookie DeAndre Ayton è d’accordo con lui, e propone una soluzione simile: ”Sapere chi incoraggiare e chi non. Ci sono quei compagni di squadra che se insultati rendono di più.” Ha detto a AZCentral.com. ”Si tratta semplicemente di dare conforto agli altri ragazzi e di stimolarli”.

Dopo la pessima stagione dello scorso anno, terminata con il peggior record NBA, i Suns si sono nettamente migliorati nel corso della off-season.

Phoenix ha selezionato Ayton con la prima scelta assoluta e la guardia Mikal Bridges con la decima scelta all’ultimo draft. Inoltre si sono aggiudicati i veterani Trevor Ariza, Ryan Anderson e Jamal Crawford.

In panca siede Igor Kokoskov, prima esperienza NBA per lui, che in occasione dell’ultima sconfitta ha ammesso: La squadra non era concentrata, il linguaggio del corpo era sbagliato. Sto cercando un buon mix tra i veterani e i giovani. Abbiamo bisogno l’uno dell’ altro”.

Prossimo impegno per i Suns giovedì notte in casa contro i Boston Celtics.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.