Home Basket femminile Oxygen Roma all’ultimo respiro! San Martino di Lupari battuta 87-84

Oxygen Roma all’ultimo respiro! San Martino di Lupari battuta 87-84

di Andrea Delcuratolo
oxygen roma

Per il ventitreesimo turno di LBF è andata in scena la sfida fra Oxygen Roma Basket e Alama San Martino di Lupari. La sfida, a tre turni dalla fine della stagione regolare, mette in palio due punti importantissimi per entrambe: Roma per restare attaccata al treno playoff e San Martino per consolidare il posto valevole per la postseason.

La sfida mette di fronte due squadre dal cammino opposto. Se Roma si presenta di fronte ai 911 del Palatiziano carica e piena di motivazioni dopo la vittoria per 60-71 contro la Sanga Milano, San Martino di Lupari arriva invece a Roma con il coltello fra i denti. Contro la Passalacqua Ragusa è arrivata una sconfitta interna molto pesante per 44-57. Inoltre, le ragazze di coach Giuseppe Piazza, arrivano nella Capitale senza la loro punta di diamante: Stephanie Kostowicz, di ruolo ala grande, bloccata da un’infortunio. 

Oxygen Roma – Alama San Martino di Lupari: l’analisi della partita

La partita mette in palio una posta importantissima, com’è stato a Milano la settimana scorsa. Non c’è da stupirsi di vedere una Roma aggressiva sin da subito, spinta dai 911 presenti al Palatiziano e dalla coppia Leia DongueRosa Cupido. La lunga mozambicana si fa trovare ovunque in campo mentre il playmaker ex Faenza è quasi infallibile dalla linea della carità (8 su 10 in tutta la partita). Infatti, l’importanza della posta in palio, porta le due squadra a commettere molti falli tanto da andare rapidamente in bonus. A fin partite Lidjia Turcinovic e Taylor Soule escono per falli. 

L’equilibrio regna poi nel secondo quarto. Le due squadre si inseguono, non riuscendo mai a trovare l’allungo decisivo. Per San Martino sale in cattedra Lidjia Turcinovic (a fine partita sono 23 punti per lei) con Rae D’Alie (20 punti e 9 rimbalzi) e Anastasia Conte (15 punti) mentre Roma risponde con un gioco corale che manda a canestro molte giocatrici, su tutte Leia Dongue (25 punti), Rosa Cupido (11 punti) e Giulia Natali (8 punti). Gioco corale figlio di una grande difesa che consente alle romane di recuperare 14 palloni. Molto bene la circolazione di palla: gli assist sono 13.  

Nel terzo quarto, com’e stato a Milano la settimana scorsa, la Oxygen Roma trova l’allungo decisivo. Il parziale di arriva dopo un quarto condotto magistralmente dalla squadra di coach Di Meglio che trova in Leia Dongue e Dakma Czukor (solo 3 punti ma una grande presenza sottocanestro) una grande coppia difensiva e nel capitano Nicole Romeo il perno offensivo. L’italocanadese chiude con punti 11 sul tabellino, sfornando però assist a tutta la squadra (ben 4). Assist decisivi per la doppia cifra di vantaggio. 

Da sottolineare la prova di Caterina Gilli. L’estense non è stata impiegata molto nelle ultime partite virtù dell’infortunio che l’ha tenuta fuori. Stasera ha trovato ben 22 minuti, segno che Vincenzo di Meglio tiene in considerazione tutta la squadra, la quale ovviamente risponde presente a prescindere dal minutaggio concesso alla singola giocatrice.

Oggi, tutte sono andate in campo, ad eccezione delle giovani Mame Diop e Tabara Mabye che hanno esordito contro la Virtus Bologna e che troveranno indubbiamente spazio. Gilli chiude con 11 punti, gli stessi di Ezinne Kalu. 

Al tiro molto meglio la Oxygen Roma che chiude con il 31/58 (53.0%) dal campo. San Martino fa solo 31/66 (46.0%). A rimbalzo la Oxygen trova 26 rimbalzi, concedendo il dominio a San Martino sotto questa statistica con le ragazze di coach Piazza che raccolgono 41 rimbalzi. 

Tabellino statistico

Parziali singoli quarti: 23-21, 23-25, 24-14, 16-17

Parziali complessivi: 23-21, 46-46, 70-65, 87-84

Oxygen Roma: Diop ne, Mbaye ne, Romeo 11, Dongue 25, Cupido 11, Natali 8, Bongiorno, Scarsi, Czukor 3, Sventoraite 7, Gilli 11, Kalu 11. Coach: Vincenzo di Meglio

Alama San Martino di Lupari: D’Alie 20, Guarise, Conte 15, Turcinovic 23, Soule 5, Russo 8, Arado 4, Diakhoumpa ne, Vente 9, Kostowicz. Coach: Giuseppe Piazza

 

 

You may also like

Lascia un commento