Home Basket femminile Sventola il vessillo Reyer con San Martino: il derby è solo oro-granata

Sventola il vessillo Reyer con San Martino: il derby è solo oro-granata

di Daniele Morbio
La Reyer affonda San Martino

Il derby tra Reyer San Martino parla ancora una volta oro-granata: la capolista fatica a trovare ritmo in un primo tempo chiuso avanti di 6 lunghezze sul 36-30 prima di fuggire nella ripresa dando così seguito alla vittoria di sabato sera a Ragusa. Le lupe di coach Piazza si trovano ora a quota 18 punti in classifica alla pari con Roma Sassari ed ottave in classifica: ad oggi – dunque – ai quarti di finale sarebbe ancora derby tra lagunari e giallo-nere. Finisce 77-55 in laguna. Un successo con vista Euroleague per le veneziane, che vogliono chiudere con un successo il prossimo 20 aprile per strappare il pass verso la coppa più importante.

Quattro le giocatrici in doppia cifra per la capolista, che ne ha 21 con 15 rimbalzi e 38 di valutazione da una travolgente Shepard, 15 con 5 assist da Matilde Villa, 14 con 8 rimbalzi e 6 assist dall’ottima Fassina e 13 da una solidissima Kuier. Le lupe portano in doppia cifra le sole Conte Soule a quota 11 e 10 rispettivamente. 7 punti con 8 rimbalzi e 6 assist da D’Alie. Nella rotazione delle straniere coach Mazzon sorprende lasciando in tribuna Berkani a favore di Makurat, mentre coach Piazza non può contare su Kostowicz nonostante la presenza nelle 12.

Reyer – San Martino, le chiavi ed il post match

Partita vinta agilmente dalla capolista Reyer, che batte San Martino tra le mura amiche e blindano ulteriormente il primo posto in vista dell’ultimo atto contro Roma previsto per sabato 20 aprile alle 20.30. Le lagunari dovranno vincere contro le capitoline per chiudere la regular season al primo posto e strappare il pass per l’Euroleague Women, traguardo che sarebbe meritatissimo per Pan e compagne visto il percorso fatto fino a questo momento. Nel derby di oggi la formazione veneziana ha dominato il secondo tempo giocando un’ottima pallacanestro, imponendo aggressività e fisicità.

Aggressività e fisicità messe in campo in particolare da una Shepard che sta prendendo per mano le compagne nelle difficoltà: la lunga americana ha stampato la seconda doppia doppia consecutiva con una prova da 21 punti e 15 rimbalzi in 28′ di utilizzo con 8/13 dal campo e 5/6 in lunetta oltre a 7 falli subiti per 38 di valutazione. Un derby che le lupe hanno giocato con aggressività nel primo tempo, aiutate dall’attacco contratto delle lagunari, che hanno tirato con il 10% dall’arco all’intervallo prima di subire qualità, ritmo e pressione veneziana.

Nella ripresa la squadra oro-granata ha trovato un attacco fluidissimo sospinto dall’ottima prova a tutto campo di una Martina Fassina lucida, brillante, precisa ed attenta a crearsi soluzioni ed a mettere in ritmo le compagne. Chi ha mostrato importanti segnali di ripresa è Matilde Villa dopo un paio di prove non ottimali con Virtus e prima a Campobasso: la regista ex Costa Masnaga ha giocato 27′ di precisione ed applicazione, lottando su ogni pallone e mettendo a ferro e fuoco la difesa avversaria attaccando bene l’area.

Una difesa attenta e concentrata che ha portato la Reyer a perdere solo 11 palloni recuperandone ben 15 con 25 assist di squadra e 112 di valutazione complessiva: una vera prova di squadra se mai davvero ne esiste una. A San Martino non basta un primo tempo nel complesso di grande reazione e solidità al cospetto della capolista: le rotazioni accorciate ed una qualità che favorisce Pan e compagne sono i due fattori chiave di questo recupero del 20° turno di campionato.

MAZZON: “Dopo la vittoria a Ragusa era importantissimo per noi confermare il primo posto con un altro successo. Abbiamo iniziato giocando contratte, il primo tempo abbiamo giocato bene creando dei buoni tiri, ma abbiamo fatto solo 1/10 da tre sbagliando poi dei tiri facili. Sappiamo la posta in palio, quindi è normale che ci sia un po’ di tensione. In spogliatoio ci siamo parlati capendo cosa dovevamo migliorare. Difensivamente abbiamo fatto delle buone cose, Shepard e Kuier hanno fatto degli stop difensivi molto buoni così come Fassina e Villa sono state brave a trovare degli ottimi passaggi per il post basso. La fisicità è stata la chiave, quando è entrata Pan siamo riuscite ad arginare le esterne avversarie ed è servito molto. Adesso ne manca una, siamo tutti focalizzati sul nostro obiettivo”.

SHEPARD: “Sapevamo di affrontare un avversario difficile, arrivavano da una partita in cui non erano riuscite ad esprimere la loro pallacanestro migliore quindi avevano grande voglia di rifarsi e ci hanno dato filo da torcere.
Siamo nel rush finale di stagione, che è stata molto lunga, è importante per noi focalizzarci partita per partita. Dovevamo vincere oggi e lo abbiamo fatto, ora manca solo una gara per arrivare al nostro obiettivo che è mantenere il primo posto. Abbiamo dei giorni off che ci serviranno per recuperare le energie ed arrivare pronte”.

FASSINA A CANESTRO: PROVA SUPER PER LA GUARDIA AZZURRA

You may also like

Lascia un commento