fbpx
Home NBA Playoffs Raptors-Magic: il pesce grosso mangia quello piccolo

Raptors-Magic: il pesce grosso mangia quello piccolo

di Enrico Nolfo

Una legge universale della natura dice che il grosso mangia il più piccolo e, come nella natura questa legge si può applicare anche al mondo dello sport. In questo caso, vediamo questa legge affermarsi nella NBA, nella serie di playoffs tra Toronto Raptors e Orlando Magic, dove vediamo i Raptors (la squadra con più talento e più esperienza) travolgere per 4-1 gli Orlando Magic.

I Magic sono riusciti a strappare gara 1 alla Scotiabank Arena, ma purtroppo per loro non è bastato. I Raptors mettono subito le cose in chiaro, vincendo tutte le seguenti partite e chiudendo la serie in 5 gare.

RAPTORS-MAGIC: LEONARD & CO PERFETTI SIA IN FASE OFFENSIVA CHE DIFENSIVA

Dopo la batosta subita in gara 1 la squadra allenata da Nick Nurse ha rimesso subito in chiaro i rapporti di forza, dominando i Magic sia in attacco che in difesa nelle altre 4 gare. L’attacco, come sempre durante questa stagione, in queste quattro vittorie è stato trascinato e gestito in maniera eccelsa dalla superstar Kawhi Leonard, accompagnato dal probabile Most Improved Player Paskal Siakam e dal leader dello spogliatoio Kyle Lowry.

Leonard in primis, che per tutta la serie contro Orlando ha mantenuto delle statistiche da vero campione. Kawhi ha chiuso la serie con 27.8 punti, 6.6 rimbalzi, 3 assist e 1.2 recuperi a partita, numeri di grande livello ma che non mettono del tutto in mostra il lavoro svolto, in entrambi i lati del campo, dal 2 volte difensore dell’anno

La chiave dell’attacco dei Toronto Raptors è la difesa, che è stata perfetta sotto tutti i punti di vista, annullando soprattutto il miglior giocatore della squadra Nikola Vucevic. Marc Gasol è riuscito a contenerlo sia sul pick and roll sia nelle situazioni di post, usando la sua grande fisicità. Leonard, con la sua predisposizione a difendere tutte le posizioni, è riuscito a soffocare l’attacco dei Magic durante la serie.

La difesa eccellente dei due, insieme a tutto il resto della squadra, ha reso possibile mantenere per quattro gare consecutive gli Orlando Magic al di sotto dei 100 punti. Unica pecca di questi Toronto Raptors è stata gara 1, dove la squadra si è fatta sorprendere da degli agguerriti Orlando Magic, vogliosi di dimostrare il loro valore.

In aggiunta, alcune lacune difensive, insieme a pessime scelte offensive hanno portato alla vittoria dei Magic che, sfruttando un errore difensivo sul pick and Roll di Gasol e Leonard hanno trovato in D.J. Augustin la possibilità di punire questi errori.

Determinati cali di rendimento di alcuni giocatori, e la mancanza di sicurezza dei propri mezzi potranno risultare imperdonabili contro i Philadelphia 76ers, che difficilmente si faranno travolgere per quattro partite di seguito, dopo aver vinto gara 1 in casa degli avversari.

RAPTORS-MAGIC: ORLANDO NON ANCORA PRONTA PER QUESTO PALCOSCENICO

Raptors-Magic streaming: la necessità di vincere contro la leggerezza della sorpresa

Raptors-Magic

Dopo la vittoria in gara 1 ci si aspettava qualcosa in più da questi Magic, non sul risultato della serie (che tutti davano per scontato, ovviamente). Ci si aspettava una squadra con più coraggio, che avesse potuto dare più filo da torcere ai Raptors.

Invece sia in difesa che in attacco, dopo gara 1 i Magic sono stati poco efficaci, non superando mai quota 96 punti e per due partite incapaci di superare gli 85.La realtà dei fatti è che gli Orlando Magic avevano già ottenuto il massimo arrivando ai playoffs dopo 6 anni con l’attuale roster, e chiedergli di andare fino in fondo alla competizione sarebbe stato irreale. Purtroppo la squadra non è ancora pronta a questo livello di pallacanestro, Vucevic e altri 2 buoni giocatori offensivi non bastano.

Futuro incerto e tutto da scoprire quello degli Orlando Magic, che in estate cercheranno di capire se i due talenti grezzi oggi in squadra Mo Bamba e Markelle Fultz possano avere buoni margini di miglioramento. In più, il miglior giocatore della squadra, Nikola Vucevic, sarà free agent insieme a uno dei giocatori fondamentali e con più esperienza,Terrence Ross.

I veri problemi offensivi dei Magic di coach Clifford in questa serie sono state le pessime percentuali da 3, che in gara 5 sono arrivate ad un minimo del 26% (9 su 34). Anche la cattiva gestione della palla ha le sue colpe: dopo gara 1 i Magic non sono più riusciti a far girare il pallone contro una squadra come i Toronto Raptors, una difesa molto più preparata.

Un altro problema fondamentale del totale fallimento contro i Raptors è stata la scomparsa offensiva di Vucevic, che dopo la miglior stagione come carriera era atteso a dei playoffs di alto livello. Il montenegrino è invece calato: dai 20.8 punti, 12.0 rimbalzi e 3.8 assist in stagione regolare agli 11.2 punti, 8.0 rimbalzi e 3.0 assist dell 5 gare di post-season. 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi