Home NBA, National Basketball Association Real a casa dell’Efes per restare in scia, il Maccabi cerca il riscatto contro il Baskonia

Real a casa dell’Efes per restare in scia, il Maccabi cerca il riscatto contro il Baskonia

di Mirko Pellecchia
Efes-Barcelona: Shane Larkin sarà ancora guida della squadra di coach Ataman

EFES INSTANBUL – REAL MADRID

Jonas Maciulis – Real Madrid

Due squadre separate da appena due vittorie ma dalla classifica parecchio diversa. Il Real, infatti, con un record di 9-5 è la seconda forza d’Europa alle spalle del CSKA mentre l’Efes, con 7 vittorie ed altrettante sconfitte, staziona all’ottavo posto.

Questa sarà la 25esima sfida tra le due squadre con il Real avanti 17-7 con 13 vittorie solo nell’ultimo decennio. Gli spagnoli superarono i turchi 3-1 nei playoff del 2015 prima della conquista del titolo europeo.

Entrambe le squadre hanno degli attacchi eccellenti con l’Efes terzo per punti segnati (84,7 ppg.) mentre Madrid è secondo (87,4). La manovra offensiva degli uomini di Perasovic è guidata dal duo Derrick Brown (13,7 ppg.) – Thomas Heurtel (13.2) . Tyler Honeycutt è il terzo miglior rimbalzata dell’ Eurolega (7.9 rpg.) mentre Heurtel è settimo nella classifica assist (5.6 apg.).

Ovviamente il Real ha come miglior realizzatore il solito Sergio Llull, terzo per punti segnati in tutta l’Eurolega, che scrive a referto 17,9 punti per allacciata di scarpe.

Alle spalle di Lull la produzione offensiva si sposta sotto le plance con Anthony Randolph che fa registrare 10,8 punti, 6.1 rimbalzi e 1.2 stoppate a partita. Jonas Maciulli continua a dare il suo fondamentale apporto alla squadra con un 62,5% da oltre l’arco dei 6,75.

 

BARCELLONA – DARUSSAFAKA

Will Clyburn – Darussafaka

La scorsa settimana il Barcellona, grazie al netto successo contro l’EA7 Milano, è tornato a sorridere portando a casa la sesta vittoria a fronte di otto sconfitte.

Dall’altro lato il Darussafaka viene da tre successi consecutivi che valgono ai turchi un record di 8-6. Quello di venerdì sarà la prima sfida di sempre tra le due compagini.

L’attacco del Barcellona è guidato dal solito Tyrese Rice (15,3 ppg., 5.3 APG.) e dal centro Ante Tomic (9.6 ppg., 5.1 rpg.). La vera forza della squadra catalana però è la difesa la quale concede solo 74,4 punti a partita agli avversari, miglior dato dell’Eurolega.

Il Darussafaka dispone, però, di ben quattro giocatori che segnano in doppia cifra di media: Will Clyburn (14.1 ppg, 5.1 rpg.), James Anderson (10.3 ppg.), Scottie Wilbekin (11.4 ppg.) e Brad Wanamaker (14.1 ppg.).

 

BASKONIA – MACCABI TEL AVIV

Adam Hanga – Baskonia

Il Baskonia ospiterà alla Fernando Buensa Arena il Maccabi Tel Aviv per quello che è ormai un classico dell’Eurolega. Questa infatti sarà la 25esima sfida tra i baschi e gli israeliani. Il bilancio delle 24 precedenti partite, disputatesi tra il 1999 e il 2014 e di cui 14 in Top 16, è di perfetta parità.

Il Maccabi arriva a questa sfida con un nuovo allenatore, Ainars Bagatskis, e con una striscia di cinque sconfitte consecutive. Dall’altro lato il Baskonia, prima della sconfitta di misura della scorsa settimana, era reduce da ben quattro successi di fila.

Il Baskonia vanta ben quattro marcatori in doppia cifra: Shane Larkin (13,5 ppg.), Rodrigue Beaubois (12.4), Tornike Shengelia (11.0) e Johannes Voigtmann (10.6), senza contare Andrea Bargnani (12.6) che è fermo ormai da quattro match. Voigtmann, con 6,9 rimbalzi a partita, è il quinto miglior rimbalzata dell’Eurolega. Nella speciale classifica delle palle rubate Larkin (1,6 SPG.) e Adam Hanga (1.4) invece si collocano rispettivamente al terzo e al settimo posto. Queste peculiarità rendono il Baskonia una delle migliori squadre difensive con 76,4 punti concessi agli avversari.

Dall’altra parte il Maccabi risponde con altrettanti giocatori in doppia cifra: Andrew Goudelock (16,9 ppg., quarto in Eurolega), Devin Smith (12.1), Sonny Weems (11.7) e Colton Iverson (9.5). Il Maccabi è la squadra che perde più palloni con 15.1 palle perse di media, cosa che potrebbe risultare sanguinosa contro una squadra come il Baskonia.

 

You may also like

Lascia un commento