fbpx
Home Eurobasket I primi passi dell’Italia verso EuroBasket 2017

I primi passi dell’Italia verso EuroBasket 2017

di Eugenio Petrillo

Erano diverse settimane che aspettavamo l’inizio dell’avventura della nazionale italiana verso EuroBasket 2017.
Prima di sbarcare a Tel Aviv per la prima fase della rassegna continentale, in programma c’è tutto un iter che servirà al C.T. Ettore Messina e al suo staff per capire quali scelte fare, quali giocatori convocare e quali invece escludere.
Ecco dunque che inizia la preparazione con i diciannove prescelti a Folgaria in Trentino. Dopo giorni di lavoro in palestra, in questo weekend ci sono stati i primi confronti in partita.
Nella ‘storica’ Trentino Cup – consueto quadrangolare di fine luglio – l’Italia ha dovuto affrontare prima la Bielorussia e poi l’Olanda: due nazionali non all’altezza delle future rivali ad EuroBasket, ma comunque buone per i primi test.

I MAGGIORI DUBBI DELL’ITALIA FUTURA

Andiamo però con ordine. Innanzitutto c’è da sbrogliare la questione “ballottaggi”. Come detto in un’intervista, Ettore Messina ancora non ha deciso nulla, ma ha fatto intendere di avere diverse idee in testa.
Partiamo dai ‘piccoli’. Daniel Hackett, constatata la sua buona forma fisica e lo smaltimento del brutto infortunio subito con la maglia dell’Olympiacos, sarà sicuramente il playmaker titolare. Dietro di lui bisognerà fare delle valutazioni.
Andrea Cinciarini è un uomo spogliatoio, d’esperienza internazionale e con carisma. Per questi motivi sarà difficile non vederlo sull’aereo diretto in Israele.
Sul terzo play invece aleggiano ancora molti dubbi. Ci sarà infatti un solo posto per tre candidati: Luca Vitali, Amedeo Della Valle e Ariel Filloy. Il favorito al momento pare essere il primo, per la costanza, la sicurezza che dà alla squadra e per l’ottima annata a Brescia. Della Valle viene da una stagione abbastanza deludente, mentre Filloy, nonostante lo scudetto con Venezia, non ha la stoffa e l’esperienza adatta per giocarsi un europeo.

Biligha, Vitali e Burns: tre possibili convocati dell'Italia per EuroBasket

Biligha, Vitali e Burns: tre possibili convocati per EuroBasket

Sul reparto lunghi invece ci sono altre valutazioni da fare. Il titolare al momento è Riccardo Cervi. Il centro della Reggiana però dovrà dimostrare di avere quella cattiveria agonistica che, quest’anno e nelle prime due amichevoli, non ha tirato fuori.
Il suo sostituto naturale con ogni probabilità sarà il neo acquisto dell’Olimpia Milano Andrea Cusin, mentre il terzo posto se lo giocano i due ‘esordienti’ Paul Biligha e Christian Burns.
Sia l’ex Cremona che il giocatore italo-americano di Brescia in queste prime uscite hanno dimostrato grande voglia di far bene e di mettersi a disposizione di Messina. Chi sarà il fortunato vincitore del biglietto per la giostra di EuroBasket ancora è prematuro saperlo.

AMICHEVOLI E PRIMO GRANDE GUAIO PER L’ITALIA

Passiamo allora al campo e al basket giocato. Nonostante le due partite fossero semplici amichevoli c’è tantissimo da dire.
La prima contro la Bielorussia è stata poco più che una sgambata. L’Italia ha imposto la sua supremazia dal primo minuto fino ad arrivare ad un perentorio +60 all’ultima sirena.
Su questo incontro c’è ben poco da commentare. Gli Azzurri hanno iniziato fortissimo, mentre i bielorussi non si sono dimostrati avversari all’altezza.

Ciò che ha fatto più discutere in questi giorni è senza ombra di dubbio la finale della Trentino Cup tra l’Italia e l’Olanda.
Gli “Orange” hanno immediatamente aggredito la partita e i nostri ragazzi. Il loro gioco maschio ha messo in difficoltà l’Italia che non si aspettava un approccio di questo tipo.
L’esuberanza fisica culmina a due minuti dall’intervallo quando Kok e Danilo Gallinari si azzuffano dopo un tiro libero di Cervi. L’ex Olimpia, preso dal nervosismo, sgancia un cazzotto sul volto del rivale, ma nel contatto è proprio l’italiano ad avere la peggio: nel post partita gli viene diagnosticata la frattura del metacarpo.
L’Olanda rimane sempre aggrappata all’incontro, ma alla fine i valori sul campo dicono Italia.

Il cazzotto scellerato di Danilo Gallinari a Kok: gli costerà Eurobasket con l'Italia

Il cazzotto scellerato di Danilo Gallinari a Kok

Il risultato e la vittoria passano in secondo piano. L’errore grave commesso da Gallinari costerà caro a lui e a tutto il gruppo. Danilo infatti dovrà stare lontano dai campi di gioco per almeno quaranta giorni, abbastanza per impedirgli di giocare EuroBasket.
Il resto della squadra ora dovrà sopperire alla pesantissima assenza del leader in campo.
La situazione potrebbe essere meno complicata del previsto grazie alla guarigione lampo di Diego Flaccadori. Il talento di Trento infatti, causa infortunio, aveva dovuto lasciare il ritiro di Folgaria, ma per fortuna l’allarme è immediatamente rientrato.

Nonostante sia solo l’inizio del cammino di avvicinamento ad EuroBasket, in casa Italia si può già parlare molto.
Altre ed eventuali considerazioni verranno fatte dopo il secondo ritiro, quello di Cagliari. In Sardegna oltre ad allenamenti duri agli ordini di Messina, affronteremo anche squadre più impegnative quali Finlandia, Nigeria e Turchia.
Quali saranno i prossimi sviluppi per la nostra nazionale?

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi