Home NBA, National Basketball AssociationMercato NBA, ultime notizie su scambi e trattativeFree Agency Knicks, parla Phil Jackson: “Non siamo qui per buttare i soldi”

Knicks, parla Phil Jackson: “Non siamo qui per buttare i soldi”

di Alessandro Maritato

Dopo la bruttissima stagione appena conclusa, Phil Jackson, il “Team President” dei New York Knicks, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella conferenza stampa di chiusura dell’anno (in cui è apparso molto deluso e frustrato) riguardanti il futuro immediato, concentrandosi in particolar modo sul mercato, visto che la squadra della grande mela è una delle mete preferite dei giocatori, grazie alla città ed al prestigio della franchigia. Queste dichiarazioni, riportate da Mike Vaccaro del “New York Post”, hanno un po’ sorpreso i media presenti perché alcune parole dette dal coach Zen alludono molto al pessimismo verso la squadra e verso la capacità ad attrarre i grossi FA. Traducendo direttamente dalla conferenza, Jackson ha rilasciato alla stampa queste dichiarazioni: “la corsa ai FA in queste prossime due estati sarà notevolissima; ci saranno tanti giocatori ottimi liberi e noi siamo molto attenti a cercare chi possa fare al caso nostro, ma sappiamo che non saremo gli unici a fare così perché anche altre franchigie si stanno muovendo in maniera simile alla nostra cercando di arrivare alla free-agency con tanti soldi da spendere. Nel nostro caso sarà importante spendere i soldi in maniera intelligente, cercando di non sopravvalutare, e di conseguenza di non stra-pagare, i giocatori che noi crediamo siano utili al nostro processo di crescita”.

Phil Jackson durante la conferenza stampa della sua presentazione

Phil Jackson durante la conferenza stampa della sua presentazione

Dopo queste parole, Jackson ha dichiarato una frase che la dice lunga su come la sua presenza a NY possa solo che far bene ad una proprietà che negli ultimi anni si è lasciata andare a spese folli senza mai raggiungere gli obbiettivi prefissati; la frase in questione è: “We are not going to the dollar store, but we may not be one of the bigger”. Siccome dietro ogni dichiarazione di Jackson è nascosta sempre della filosofia, una possibile interpretazione potrebbe essere: sappiamo di avere un discreto budget per le prossime stagioni, sappiamo anche che, forse, non siamo quelli meglio disposti da questo punto di vista, ma dobbiamo essere bravi a non buttare questi soldi, cercando di farli fruttare in maniera costruttiva. A discapito della pessima stagione, la fiducia a New York non manca e, grazie anche alla presenza del maestro Zen, la ricostruzione sarà più veloce del solito e magari sarà anche più efficace di quelle precedenti, permettendo ai Knicks di essere competitivi in poco tempo.

Per NBA Passion,

Alessandro Maritato

You may also like

Lascia un commento