5 scambi che vorremmo vedere alla trade deadline 2024

di Michele Gibin

E’ possibile che con i colpi di mercato Siakam-Pacers, Anunoby-Knicks e Rozier-Heat già in archivio, alla trade deadline NBA 2024 non ci saranno altri scambi della stessa portata. Non per questo è il caso di sottovalutare però il momento!

Il motivo? Le squadre più ambiziose potrebbero cercare il modo di rispondere alle mosse di Indiana e New York, soprattutto quelle con qualche fiches da spendere sul tavolo. Per darsi maggior profondità o per mettere a roster un altro All-Star.

Ecco allora 5 trade che ci piacerebbe vedere alla deadline 2024. Sapendo che qualche Gm potrebbe prendere appunti…

Philadelphia 76ers – Tyus Jones

Jones sarebbe una point guard titolare in almeno un terzo delle squadre NBA. Una di queste sono proprio gli Washington Wizards che però sono una delle peggiori squadre della lega, l’ex Grizzlies sarà free agent a fine stagione e si merita di meglio, da giocatore solido e affidabile qual è.

Jones ha un contratto da 14 milioni di dollari, i SIxers avrebbero tutto l’interesse nel proporre agli Wizards un altro contratto in scadenza come quelli di Marcus Morris o Robert Covington per aggiungere una point guard di livello accanto a Tyrese Maxey. Ruolo al momento ricoperto dal pur positivo Pat Beverley, che sta giocando una buona stagione ma tira con il 30% dalla lunga distanza.

Tyus Jones viaggia nel nulla di DC a oltre 12 punti e 6 assist di media, e con il 41% da tre punti. Per i Sixers sarebbe una sorta di prestito fino a fine stagione ma con la prospettiva di firmare con l’ex giocatore di Memphis un altro contratto in estate, senza compromettere il tanto spazio salariale che Daryl Morey ha liberato. Washington potrebbe chiedere in cambio ache una seconda scelta al draft, e Philadelphia dovrebbe proprio accontentarli.

You may also like

Lascia un commento