Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics Danilo Gallinari tra Bulls e Celtics, ma c’è una favorita

Danilo Gallinari tra Bulls e Celtics, ma c’è una favorita

di Giovanni Oriolo
Mercato Free Agency NBA 2022

Alla mezzanotte di ieri sera si è aperta la free agency 2022. Come al solito diverse le firme, gli scambi, i rinnovi e le estensioni già messe nero su bianco. Però ci sono dei giocatori che ancora non hanno sciolto la riserva e stanno ancora valutando le varie offerte. Uno di questi è l’azzurro Danilo Gallinari, il quale è stato cercato da diverse contender e sta valutando varie offerte.

Sul cestista di Sant’Angelo Lodigiano avevano messo gli occhio Lakers, Heat, Celtics, Bulls e T’wolves. I gialloviola, però, hanno finito gli slot con le 4 firme di ieri sera, mentre la franchigia della Florida sembra impegnata nella lotta a Durant. Minnesota anche era molto interessata, ma non sembrava una destinazione gradita al Gallo e quindi loro hanno virato su Kyle Anderson. Stamattina, la lotta si è quindi ristretta a 2 contendenti: Chicago Bulls e Boston Celtics.

Chicago Bulls su Danilo Gallinari, pronto un biennale da circa 15 milioni

La franchigia dell’Illinois non è la squadra più competitiva tra quelle che hanno mostrato interesse per l’ala azzurra, ma è senza dubbio quella con l’offerta più interessante. Arturas Karnisovas, vice president of basketball operations dei Bulls, ha infatti formulato un’offerta a Gallinari tra i 7 e gli 8 milioni di dollari l’anno per 2 anni (ossia quelli disponibili grazie alla Non-Taxpayer Mid-Level Exception). I Bulls stanno aspettando di avere notizie anche da Zach LaVine, con l’ex Twolves che sembra destinato a un rinnovo al massimo salariale.

Nel frattempo Chicago ha trovato il centro di riserva che cercava. Nella notte italiana è infatti stato messo sotto contratto Andre Drummond, ex Pistons, Sixers e Nets tra le altre. Il centro 28enne ha firmato un biennale da 3.3 milioni l’anno.

I Boston Celtics sono probabilmente un ambiente più gradito e competitivo di Chicago per Gallinari. Però la franchigia del Massachusetts offre un solo anno di contratto a cifre leggermente minori (6.5 milioni di dollari). Più che lo stipendio, dove quindi ballano 1-2 milioni tra le 2 offerte, è la lunghezza del contratto che non convince l’azzurro. Quindi, andando ai Celtics avrebbe sicuramente maggiori possibilità di vincere, ma tra un anno si ritroverebbe di nuovo alla ricerca di un contratto, Mentre Chicago gli offre una maggiore continuità.

Molto molto flebili sono le speranze di Miami, che in questo momento punta al colpo grosso di Kevin Durant. Però, se l’ex Nets non dovesse arrivare e Gallinari non avesse ancora firmato, non sarebbe impensabile un ultimo assalto degli Heat all’azzurro

You may also like

Lascia un commento