Cavs, Lindsay Gottlieb di California nuova assistente di coach John Beilein

Cavs gottlieb

Lindsay Gottlieb, ex allenatrice di California nella NCAA, è nuovo assistente allenatore dei Cleveland Cavs.

La notizia è stata riportata da Adrian Wojnarowksi di ESPN. Gottlieb è stata per 8 anni a capo della panchina delle Golden Bears, squadra con cui ha raggiunto per 7 volte la qualificazione al torneo NCAA (una Final Four nel 2013).

Prima di California, Linsday Gottlieb aveva trascorso 3 anni a UC Santa Barbara, raggiungendo il Torneo NCAA al primo anno da capo allenatrice nel 2008.

Ai Cleveland Cavs, Gottlieb entrerà a far parte dello staff di un altro ex allenatore NCAA, John Beilein, per 12 stagioni sulla panchina dei Michigan Wolverines e di recente subentrato a coach Larry Drew.

Dopo un solo primo incontro con lei” Così coach Beilein “Mi è stato subito chiaro che (Gottlieb, ndr) si sarebbe presto trovata alla perfezione con il resto dello staff e con i giocatori. Non vedo l’ora di vederla mettere a frutto i suoi anni di esperienza maturati al college e la sua visione di pallacanestro nel nostro staff“.

Con l’arrivo di Lindsay Gottlieb nella NBA, che segue di qualche giorno la nomina del’ex giocatrice WNBA Swin Cash quale Vice President of Basketball Operations dei New Orleans Pelicans, si fa sempre più folta la presenza di esponenti del movimento cestistico femminile nella maggiore lega americana.

Durante la stagione 2018\19,  l’ex giocatrice delle Washington Mystics Kristi Toliver ha ricoperto il ruolo di assistente allenatore agli Washington Wizards di coach Scott Brooks, mentre Kelly Krauskopf degli Indiana Pacers è diventata la prima assistente GM NBA della storia.

Ai Cavs, Beilein, Gottlieb e J.B. Bickerstaff – ex capo allenatore dei Memphis Grizzlies – formeranno dalla prossima stagione uno staff tecnico del tutto nuovo: “A livello personale, sono onorata di avere la possibilità di rappresentare un modello per le giovani donne, spero che il mio esempio possa ispirarle a seguire con fiducia i propri sogni e le proprie aspirazioni, ed a trasformarle in realtà“.

L’obiettivo è quello di avere una soluzione quanto più vicina al 50% di presenze uomo-donna nelle prossime promozioni” Così nelle settimane scorse il Commissioner NBA Adam SilverPer gli arbitri così come per gli staff tecnici e gli allenatori. Anche in questo settore non c’è alcun motivo che precluda una presenza femminile“.