Zaza Pachulia annuncia il ritiro e torna agli Warriors da consulente
146387
post-template-default,single,single-post,postid-146387,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Zaza Pachulia annuncia il ritiro e torna agli Warriors da consulente

Zaza Pachulia

Zaza Pachulia annuncia il ritiro e torna agli Warriors da consulente

Zaza Pachulia annuncia il ritiro e torna ai Golden State Warriors, il georgiano avrà un ruolo da consulente per la sua ex squadra.

A riportare la notizia è Marc Stein del NY Times via Twitter. Pachulia ha giocato due stagioni e vinto due titoli NBA (2017 e 2018) con i Golden State Warriors, ed ah disputato la sua sedicesima ed ultima annata NBA ai Detroit Pistons lo scorso anno.

Nella sua nuova veste, Pachulia si occuperà sia del lato cestistico che di quello organizzativo della franchigia.

Giocatore fisico, il georgiano iniziò la sua lunga carriera NBA nel 2003, quando gli Orlando Magic lo selezionarono con la chiamata numero 42 al secondo giro del draft. In Florida una sola stagione per Pachulia, che venne spedito ai Milwaukee Bucks. Nell’estate 2005 la firma con gli Atlanta Hawks, in cui Zaza sarebbe poi rimasto per ben 8 stagioni raggiungendo per 4 volte la post-season.

Al termine della stagione 2012\13 il ritorno a Milwaukee, due stagioni, ed una annata ai Dallas Mavericks prima del trasferimento ai Golden State Warriors che nella stessa estate accolsero sulla Baia Kevin durant.

Agli Warriors Pachulia gioca due stagioni da titolare e vince due titoli NBA, e durante la corsa playoffs 2017 il suo nome si lega indissolubilmente a quello di Kawhi Leonard. In gara 1 della finale della Western Conference con Golden State sotto di 21 punti alla Oracle Arena contro i San Antonio Spurs, Leonard si infortuna alla caviglia sinistra ricadendo sul piede di Pachulia dopo un tiro in sospensione.

Una giocata definita all’epoca come antisportiva o “sporca“, che pone fine alla serie per Kawhi Leonard e spiana la strada per la finale NBA ai Golden State Warriors. Quella gara 1 sarebbe poi diventata l’ultima apparizione ai playoffs in maglia Spurs di Leonard, che avrebbe l’anno successivo chiesto ed ottenuto una trade in polemica con la squadra.

In 1098 partite da professionista, Zaza Pachulia ha viaggiato a 6.8 punti e 5.8 rimbalzi di media a gara, in 20.3 minuti di impiego medio.

In un altro movimento nel front office, i Golden State Warriors hanno promosso l’ex giocatore NBA Mike Dunleavy Jr al ruolo di assistente general manager di Bob Myers. In carriera, Dunleavy ha vestito le maglie di Warriors, Pacers, Bucks, Bulls, Cavs e Hawks dopo una brillante carriera a Duke University.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment