fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Miami Heat, come cambiano salary cap e quintetto

Miami Heat, come cambiano salary cap e quintetto

di Jacopo Martini

#1 HASSAN WHITESIDE

Colpo annunciato ma non per questo di poco rilievo, Miami si (ri)assicura le prestazioni del centro, miglior stoppatore della lega (3.7 di media la scorsa stagione) e facente anche parte del secondo quintetto difensivo, sempre per la stagione 2015/2016. Whiteside si guadagna così un contratto di 98 milioni di dollari spalmati su 4 anni, un ottimo upgrade se consideriamo che fino a 3 anni fa calcava i parquet libanesi e che ha giocato fino alla fine di quest’anno con un contratto pari al minimo salariale.

#2 DWYANE WADE E LUOL DENG

Due componenti del quintetto partono durante la free-agency. Deng, che tanto bene aveva fatto giocando da ala grande al posto di Bosh, si è accasato a Los Angeles sponda Lakers (72 milioni in 4 anni per lui); Wade, dopo 13 stagioni all’ombra delle palme di South Beach, diventato simbolo della franchigia e idolo indiscusso dei tifosi, decide di tornare nella sua natia Chicago, sentendo sicuramente il richiamo della sua città natale, ma anche quello dei 47.5 milioni di dollari in due anni che la compagine della Windy City ha deciso di concedergli e che Miami non era disposta a dare ad un giocatore sì fenomenale, ma con ormai 34 primavere sulle spalle.

#3 GENTE CHE VA, GENTE CHE VIENE

Altri movimenti in casa Heat, di cui molti in uscita: infatti, Joe Johnson, scaduto il suo contratto, ha firmato per gli Utah Jazz a 22 milioni di dollari per due anni; mentre sono al momento free-agent anche Stoudemire, Green, Wright e Haslem, in riferimento al roster che ha concluso i playoff, con quest’ultimo che sembra sia molto vicino ad un nuovo accordo con Miami. In entrata, si segnalano la firma della seconda scelta al draft 2011 Derrick Williams, con un annuale a 5 milioni di dollari; la firma di Rodney McGruder, giocatore con un passato in Ungheria e in D-League, con un contratto di 3 anni a circa 2.5 milioni di dollari; la firma della guardia ormai veterana Wayne Ellington con un biennale a 12 milioni di dollari e l’arrivo di James Johnson con un annuale a 4 milioni di dollari.

#4 DRAFT

Nel draft dello scorso 23 giugno, Miami non deteneva neanche una scelta: infatti, a causa di trade regresse, la scelta n° 24 è passata a Philadelphia, via Cleveland; la scelta n° 31, proveniente sempre dai 76ers, è stata ceduta a Boston, come anche la 51.

#5 TYLER JOHNSON

Un capitolo a parte lo merita Tyler Johnson, una delle scoperte di Pat Riley, che ha fatto intravedere delle cose egregie come backup di Goran Dragic, e che era restricted free-agent: nonostante abbia giocato solamente 68 partite in due stagioni, la dirigenza di Miami è rimasta talmente convinta dalle sue prestazioni che ha deciso di pareggiare l’offerta fatta dai Brooklin Nets di 50 milioni di dollari in 4 anni. Può sembrare una scommessa azzardata, ma da come è spalmato l’ingaggio, si capisce come in realtà gli Heat siano tutelati per un paio di stagioni: Johnson infatti percepirà circa 11 milioni di dollari nei primi due anni del suo nuovo contratto, mentre ne percepirà 39 nei suoi ultimi due.

 

#6 SCAMBI

È di poche ore fa la notizia di un avvenuto scambio sull’asse Miami-New Orleans: la compagine della Louisiana spedisce in Florida l’ala Luke Babbit, che nelle scorse stagioni ha fatto vedere che possiede un ottimo range di tiro, in contropartita, i Pelicans ricevono una seconda scelta al draft 2018 (che era tra l’altro loro, era stata coinvolta in uno scambio nello scorso febbraio) e soldi.

Salary Cap Miami Heat

GIOCATORE 2016/2017 2017/2018 2018/2019 2019/2020
Hassan Whiteside $22,116,750 22,775,506 25,434,262 27,093,017
Goran Dragic $15,891,725 17,000,000 18,109,175 19,217,900
Chris Bosh $23,741,060 25,289,390 26,837,720
Josh McRoberts $5,782,450 6,021,175
Derrick Williams $5,000,000
Josh Richardson $874,636 1,014,746
Briante Weber $874,636 1,014,746
Justise Winslow $2,593,440 2,705,040 3,448,926
Rodney McGruder $543,471 905,249 1,050,262
Wayne Ellington $5,867,971 6,132,029
Tyler Johnson $5,628,000 5,881,260 19,245,370 19,245,370
James Johnson $4,000,000
Udonis Haslem $4,000,000
Willie Reed $1,015,696 1,087,745
Luke Babbit $1,227,286

Da che, alla partenza di Wade, Miami aveva 19 milioni da spendere nella free-agency, adesso è arrivata al punto di essere oltre il cap, e si potrebbe arrivare anche a 100 milioni di monte stipendi se verrà utilizzata la exception di 2,9 milioni di dollari. Volendo però, si può ancora liberare dello spazio salariale: il contratto di Josh Richardson per la prossima stagione sarà interamente garantito solo dal 1 agosto, quello di Briante Weber lo sarà per soli 220mila dollari circa, mentre il contratto il Rodney McGruder è garantito per soli 100mila dollari, che saliranno a 150mila se non sarà tagliato prima del 1° di agosto e il contratto del neo-arrivato Babbit sarà garantito per 200mila dollari, e lo sarà interamente se non verrà tagliato entro il 12 dicembre dell’anno corrente. Per quanto riguarda gli altri contratti, Dragic e Whiteside hanno una player option per il 2019, McRoberts per il 2017, come per Willie Reed;, Winslow ha una team option sul terzo e quarto anno (come da contratto per i rookies) e sarà eleggibile per una estensione dal 31 ottobre del 2018.

POSSIBILE QUINTETTO

PG Goran Dragic/Tyler Johnson/Josh Richardson/Bryante Weber

SG Josh Richardson/Wayne Ellington/Rodney McGruder

SF Justise Winslow/Derrick Williams/James Johnson/Luke Babbit

PF Chris Bosh/Josh McRoberts/Justise Winslow/Derrick Williams/James Johnson/Udonis        Haslem/Willie Reed

Hassan Whiteside/Chris Bosh/Josh McRoberts/Udonis Haslem

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi