fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA Dunkest NBA Dunkest: i 10 affari “top” tra le guardie

NBA Dunkest: i 10 affari “top” tra le guardie

di Pierluigi Ninni

Ricomincia una nuova stagione di Dunkest: oggi analizziamo uno dei ruoli che più influenza il punteggio di un team: la guardia.

Le guardie sono spesso il punto di riferimento di una squadra di NBA Dunkest. Vista la loro completezza, esse rappresentano le spese più ingenti per un fanta-allenatore che vuole puntare a far bene. Tra le guardie vi sono almeno 6 tra i 10 migliori giocatori della lega: nomi come Steph Curry, Kyrie Irving, James Harden, Chris Paul, Russell Westbrook e John Wall. Ma oggi non parleremo dei “big” della lega, piuttosto ci soffermeremo su alcuni giocatori che possono risultare sorprendenti e meno onerosi a livello di crediti. Delle vere e proprie sorprese che ti fanno svoltare la stagione “fanta-baskettara”. Ecco i miei dieci consigli per il ruolo di guardia:

  1. Kemba Walker (prezzo: 13,5 crediti): Kemba è il tipico play americano. Dinamico, imprevedibile e ottimo realizzatore. Nella scorsa stagione ha meritato la prima convocazione all’ All-Star Game, con una media di 23 punti nella regular season. Sarà il faro dei Charlotte Hornets, punto di riferimento in fase di attacco. A mio parere, uno dei 5 migliori play della lega. Prezzo non eccessivo per un giocatore del suo calibro.
  2. Goran Dragic (prezzo: 12,5 crediti): Il “drago” sloveno è al crocevia della sua carriera. Dopo aver vinto l’europeo con la sua nazionale, sembra aver ritrovato quella fiducia e quella costanza che gli mancavano da tempo. Anche lui, come Walker, è il capo-macchinista dei Miami Heat. Comanderà il treno Heat con la sua visione e i suoi canestri, spesso decisivi. Se azzecca l’annata giusta, Dragic può essere il trascinatore della fanta-squadra. Incognita principale sarà la sua tenuta fisica per l’intera stagione, visto il ripercuotersi di alcuni acciacchi.
  3. Zach Lavine (prezzo: 10 crediti): Molto più rimbalzista e completo rispetto ai due elencati in precedenza. Su di lui Chicago ha scommesso molto. Ha dimostrato di essere un buon tiratore lo scorso anno. In questa nuova avventura, Lavine potrà contare su un minutaggio più ampio e la consapevolezza di avere il supporto di tutta la squadra. Abbordabile il prezzo, per un giocane su cui scommettere per la prossima stagione.
  4. Jordan Clarkson (prezzo: 8,5 crediti): Non sarà titolare, ma l’apporto di Clarkson dalla panchina è fondamentale. Buon tiratore e discreto assist-man, può migliorare ancora le sue statistiche dopo l’exploit dell’anno scorso e dopo l’addio di D’Angelo Russell. Con più spazio e minutaggio potrebbe essere decisivo anche come sesto uomo in un’ipotetica fanta-squadra. NBA Dunkest è straordinariamente bello anche per questo: anche Clarkson può diventare uomo-chiave per la buona riuscita di una stagione.
  5. Avery Bradley (prezzo: 9,5 crediti): L’ex Celtics cerca a Detroit l’esplosione definitiva. Uno dei pochi playmaker di medio-alta caratura che può realizzare doppie-doppie, Bradley avrà a disposizione anche Jackson come fido compagno nel ruolo di guardia. Un giocatore molto costante e che può essere fondamentale nel corso della stagione. Ottimo anche da riserva di lusso, anche se potrebbe essere sprecato in panca.
  6. Courtney Lee (prezzo: 8,5 crediti): Uomo di esperienza conciliata con un grande carisma, Lee è una guardia molto completa. Maestro dei recuperi con controfuga, è dotato soprattutto di una buona vena realizzativa. Ottimi, anche, i suoi numeri da fornitore di assist. Con Porzingis può costituire l’arma in più dei Knicks, alla ricerca di un nuovo Melo.
  7. De’Aaron Fox (prezzo: 7,5 crediti): Uno dei rookie più forti in attacco a soli 7,5 crediti? Sembra essere un’occasione d’oro, ma bisogna considerare che Fox partirà da sesto. Al suo posto ci sarà Hill. Ma il talento, ex Kentucky, ha già dimostrato che in pochi minuti può fare la differenza. Occhio, quindi, alla sua valutazione che potrebbe far guadagnare valore a molti fanta-allenatori.
  8. Milos Teodosic ( prezzo: 7,5 crediti): Straordinario assist-man e metronomo di LAC. Milos ha già strabiliato nelle due prime apparizioni alla Pre-season contro Toronto. Tanti assist, pochissime palle perse e tanta fantasia. Nella Lob City che dà spettacolo, lui è il diamante più splendente in questo momento.
  9. Dennis Smith Jr.( prezzo: 6,5 crediti): Grande atleta, ma soprattutto ottimo realizzatore. Non v’è dubbio che il play classe 1998 sarà uno dei protagonisti della rinascita dei Mavs. Con l’ufficialità del posto da titolare di Seth Curry, come guardia, si libera uno spiraglio ideale per Smith. Potrebbe essere uno dei titolari più convenienti per il rapporto qualità/prezzo.
  10. Norman Powell (prezzo: 6,5 crediti): Tra i 10 dell’elenco, è colui che ha impressionato di più nelle apparizioni estive. Sembra un giocatore rinato, con un’esplosività incontenibile.Straripante nella metà campo avversaria, ottimo anche difensivamente. Naturalmente partirà dalla panchina, ma occhio a non sottovalutarlo come sesto uomo.

A conclusione di quest’analisi, vi rimandiamo al codice di iscrizione per la nostra lega ufficiale su NBA Dunkest: NBAPASSION OFFICIAL. Codice:Y90FN.

Pierluigi Ninni

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi