fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks Bucks sempre in vantaggio contro i Raptors, Giannis: “Grandi motivazioni”

Bucks sempre in vantaggio contro i Raptors, Giannis: “Grandi motivazioni”

di Lorenzo Brancati

Senza mai andare in svantaggio, così i Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo e compagni superano i Toronto Raptors, per 105-115.  Squadra ospite che dopo il parziale a inizio gara da 1-12 non ha poi più lasciato le redini dell’incontro, nonostante qualche piccola difficoltà, fino alla sirena finale.

Avevo grandi motivazioni per questa partita, sebbene si tratti di una squadra diversa. Kawhi Leonard non c’è più, ma ci sono altri ragazzi che si stanno facendo avanti, Lowry, Siakam, Anunoby. (…) Comunque è la squadra che ci è costata le Finals l’anno scorso, per cui ovviamente si gioca più duro e con più motivazioni.

Così Giannis ha commentato quella che è stata una piccola rivincita delle Eastern Conference Finals di un anno fa per i suoi. Il greco ha giocato un’ottima partita, guidando i suoi con 36 punti, 15 rimbalzi, 8 assist e 4 stoppate. Il tutto segnando 14 tiri su 20 tentati, e facendo registrare ben 15 dei 29 punti totali segnati dai suoi Bucks in contropiede.

Il migliore dei Raptors è stato Kyle Lowry, con 36 punti e 5 su 9 da tre, che però non sono bastati a rimettere in partita i suoi. I padroni di casa hanno infatti subito particolarmente gli avversari nel pitturato, zona del campo dove hanno incassato ben 50 punti, segnandone solo 30.

Bucks, anche con i Raptors problemi con i vantaggi

Come già evidenziato poco meno di una settimana fa contro i Miami Heat, il problema di Milwaukee continua ad essere la gestione dei vantaggi. Anche stanotte erano stati pericolosamente riavvicinati fino al -4 durante l’ultimo quarto di gioco. A ricacciare indietro i Raptors sono stati 5 punti in sequenza di Giannis, che però non può assicurare di essere sempre perfetto nel momento del bisogno.

“Dobbiamo migliorare, dobbiamo essere sempre in partita, non possiamo smettere di giocare.” così ha parlato lo stesso Antetokounmpo “Non possiamo rilassarci, non conta nulla se un anno fa abbiamo vinto 60 partite. Nessuno ce ne regalerà altrettante.”

Anche Donte DiVincenzo, fresco di opzione contrattuale esercitata, ha affermato: “Quando siamo in vantaggio è come se diventassimo apatici, dobbiamo tenere il piede sull’acceleratore.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi