Home NBA, National Basketball AssociationNBA News 76ers, via Harden Nurse stimola Tyrese Maxey: “Dovrà fare di più”

76ers, via Harden Nurse stimola Tyrese Maxey: “Dovrà fare di più”

di Michele Gibin
tyrese maxey

L’impressione, vedendoli contro i Phoenix Suns, è che i giocatori dei Philadelphia 76ers giocassero correndo a mezzo metro da terra tanta fosse la sollevazione di essersi presto tolti di dosso la distrazione James Harden.

I Sixers, con un Joel Embiid seduto per tutto il quarto periodo e con Paul Reed in campo, hanno battuto nettamente i Phoenix Suns per 112-100 al Wells Fargo Center di Philadelphia, con una prestazione di squadra convincente. 51 rimbalzi, 24 assist e tre uomini oltre i 20 punti, ovvero Embiid (26 punti con 11 rimbalzi), Kelly Oubre Jr (25 punti) e Tyrese Maxey (22 punti con 10 assist, career high).

I Suns senza Devin Booker (caviglia e back to back) e il disperso Bradley Beal sono solo Kevin Durant, che però arriva affaticato al quarto quarto, Phoenix tira male da tre e Eric Gordon e Jusuf Nurkic sbagliano troppi tiri aperti per pensare a una partita in equilibrio fino alla fine.

Per Philadelphia è la quarta vittoria in 5 partite e la quarta in fila, il sollievo di non dover più rispondere di e per Harden è palpabile e i giocatori per rimpiazzare il Barba ci sono già: Maxey, il grande Oubre Jr di queste prime partite, Tobias Harris e Robert Covington, arrivato dai Clippers nella trade. Embiid ha giocato una delle migliori partite della stagione, con due triple in step back e alla Nikola Jokic in 31 minuti.

Dopo la partita, quasi a voler segnare di netto la fine dell’epoca Harden, coach Nick Nurse ha scelto di stimolare Tyrese Maxey che dovrà più di tutti assumersi il peso offensivo della squadra accanto a Joel Embiid. Maxey ha segnato 11 punti con 4 assist nel quarto periodo ma Nurse vuole di più dal prodotto di Kentucky, “Non è abbastanza per lui, è troppo forte per giocare un primo tempo anonimo come oggi. Non si può permettere di accontentarsi e di non essere aggressivo. Non è una critica quanto un appello, sia più aggressivo. E’ troppo forte ad attaccare il canestro, è un tiratore troppo buono. Ci lavoreremo“.

Siamo contenti che abbia reagito nel quarto quarto, abbiamo chiamato più giochi per lui (…) proveremo in futuro a mettere in piedi set per lui, per fare in modo che sia più aggressivo. Come ha fatto nel finale oggi“.

Non che Maxey abbia iniziato male, tutt’altro: 27.3 punti di media con 5.3 rimbalzi e 5.8 assist a gara, i Sixers saranno privi d’ora in avanti – in attesa del mercato – di una vera point guard dopo la trade Harden e sarà l’ex Wildcats a assumersi il ruolo, con De’Anthony Melton e Patrick Beverley.

You may also like

Lascia un commento