Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Bam Adebayo critica gli arbitri dopo la sconfitta con i Celtics

Bam Adebayo critica gli arbitri dopo la sconfitta con i Celtics

di Loris Corvino
Bam Adebayo critica gli arbitri dopo la sconfitta con i Celtics

Bam Adebayo critica gli arbitri dopo la sconfitta rimediata nella gara in casa dei Boston Celtics. Il centro di Miami nel post partita si √® lasciato andare a dichiarazioni decisamente pesanti nei confronti dell’arbitraggio, a suo dire infatti sono state proprio le decisioni arbitrali l’ago della bilancia della gara.

Il tema sottolineato da Adebayo è quello dei tiri liberi. Nella gara i biancoverdi hanno infatti beneficiato di ben 23 tiri dalla lunetta contro i soli 9 della franchigia di South Beach. Secondo Adebayo questo è stato il motivo della netta sconfitta dei suoi Heat. La gara è terminata con la vittoria dei Celtics per 134 a 121, con una straordinaria prestazione di Jayson Tatum, autore di una prova da 49 punti, con il 60% del campo e il 66% da tre punti. 

Bam Adebayo critica gli arbitri: “Sono stati decisivi”

Queste le parole del centro dei Miami Heat sull’arbitraggio della gara:

√ą difficile battere una squadra quando tiriamo solo 9 tiri liberi mentre loro ne tirano 23. Sento che il fattore decisivo √® stato quello. Se avessimo avuto 18 tiri liberi saremmo stati in partita.

La frustrazione per la gestione arbitrale della gara √® poi sfociata nell’espulsione rimediata nel finale della gara. Adebayo infatti, a partita sostanzialmente chiusa ha continuato a protestare per mancate chiamate arbitrali ricevendo il secondo tecnico e la conseguente espulsione a ormai 25 secondi dal termine della partita. Il numero 13 di Miami ha parlato del suo sfogo finale spiegando come gli arbitri della partita fossero totalmente disinteressati a un confronto. Secondo Adebayo dovrebbe invece esserci pi√Ļ trasparenza da questo punto di vista, e gli ufficiali di gara dovrebbero essere chiamati a spiegare le loro decisioni. Queste le dichiarazioni complete del centro degli Heat:

Io personalmente non mi arrabbio tanto riguardo le chiamate arbitrali. Ma la cosa importante √® che mia madre mi ha sempre insegnato fin da piccolo che se qualcuno ti parla devi guardarlo negli occhi. Credo sia poco professionale che quando i giocatori provano a parlarti tu non li accetti. Sento che questa cosa va affrontata. Credo dovrebbero spiegare certe situazioni“.

 

You may also like

Lascia un commento