Betting, la NBA medita di anticipare i tempi di annuncio dei quintetti base
145612
post-template-default,single,single-post,postid-145612,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Betting, la NBA medita di anticipare i tempi di annuncio dei quintetti base

nba quintetti

Betting, la NBA medita di anticipare i tempi di annuncio dei quintetti base

La NBA medita di anticipare i tempi per l’annuncio ufficiale dei quintetti di partenza prima di ogni partita, per andare incontro agli scommettitori ed al nascente business delle scommesse legali sulle partite.

Dai 10 minuti odierni, la lega considera di spostare a 30 minuti o addirittura ad un’ora prima della palla a due l’annuncio degli starting five delle due squadre, come riportato da Matt Moore di The Action Network.

Un provvedimento che “faciliterà la vita” ai tanti giocatori di DFS (fantasy basket), che avranno più tempo per aggiustare giorno per giorno le proprie squadre, ed agli scommettitori che potranno fare le loro puntate con più anticipo e miglior qualità.

Naturalmente la decisione dovrà incontrare il favore di allenatori e tecnici del League’s Competition Committee. Gli allenatori potrebbero vedere nell’obbligo di fornire il proprio quintetto di partenza con largo anticipo come un vantaggio troppo grande da concedere all’avversario.

D’altro canto, in una regular season lunga 82 partite e con la possibilità per le squadre NBA di disporre oggi di roster sempre più lunghi e competitivi (grazie ai “two-way contract” ed alla crescita del sistema G-League), dei tempi più “stretti” darebbero agli allenatori la possibilità di valutare con meno pressione la convenienza di schierare un giocatore in forse, o in condizioni fisiche non ottimali, senza riservarsi assieme al suo staff di decidere all’ultimo minuto.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment