Italia: Nicolò Melli non recupera, niente Mondiali per l'ex Fenerbahce
145620
post-template-default,single,single-post,postid-145620,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Italia: Nicolò Melli non recupera, niente Mondiali per l’ex Fenerbahce

nicolò melli non recupera mondiali

Italia: Nicolò Melli non recupera, niente Mondiali per l’ex Fenerbahce

Italia, Nicolò Melli salterà i Mondiali di Cina 2019, l’azzurro non recupera in tempo dall’intervento al ginocchio subito lo scorso 27 di giugno.

Il neo giocatore dei New Orleans Pelicans contava di potersi riunire alla squadra durante la preparazione per i mondiali, ma i tempi troppo lunghi hanno portato alla rinuncia. L’italia proseguirà ad Atene per il torneo dell’acropoli contro Serbia, Grecia e Lituania il suo cammino di avvicinamento ai Mondiali FIBA, sperando nel recupero di Danilo Gallinari (ancora out dopo l’operazione di appendicite dello scorso 2 agosto) e gigi Datome (guai la ginocchio).

L’Italia di coach Meo Sacchetti è inserita nel gruppo D assieme ad Angola, Serbia e Filippine. In un mondiale ricco di assenze eccellenti (Kyle Lowry dei Toronto Raptors l’ultima defezione per Team USA) la Serbia favorita per una medaglia dovrà rinunciare a Milos Teodosic, ancora alle prese con i consueti problemi al piede che hanno purtroppo distinto suoi due anni ai Los Angeles Clippers.

Lo scorso 30 giugno Nicolò Melli ha firmato un contratto biennale da 8 milioni di dollari complessivi con i nuovi New Orleans Pelicans di Zion Williamson, Lonzo Ball e Brandon Ingram, dopo due ottime stagioni disputate con i turchi del Fenerbahce.

L’ex lungo di Reggio Emilia e Milano si giocherà minuti e spazio nella front-line di coach Alvin Gentry assieme all’ex Jazz Derrick Favors, a Jahlil Okafor ed al rookie da Texas Jaxson Hayes. I Pelicans sono pronosticati alla vigilia della stagione NBA 2019\20 tra le possibili squadre rivelazione, dopo l’arrivo di Williamosn e dei giovani ex Lakers Ball e Ingram, del veterano J.J. Redick e con la presenza dell’All-Star Jrue Holiday, nuova stella della squadra dopo la partenza di Anthony Davis.

Nessuno scopre soltanto adesso Melli. La cosa importante è che siamo riusciti a creare una situazione in grado di attrarre uno dei migliori giocatori europei in circolazione” Così David Griffin, vice presidente dei Pelicans su Melli “E’ un rimbalzista d’elite, tra i migliori del Vecchio Continente, e un buonissimo realizzatore. Ne abbiamo parlato insieme a lui e credo si adatterà benissimo al gioco di coach Gentry“.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment