fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Blazers, ok dei medici: Zach Collins giocherà ad Orlando

Blazers, ok dei medici: Zach Collins giocherà ad Orlando

di Michele Gibin

I Portland Trail Blazers riavranno anche Zach Collins per il finale di stagione a Orlando, il lunga da Gonzaga ha recuperato dall’operazione alla spalla sinistra dello scorso novembre e sarà di nuovo al suo posto nel frontcourt di coach Terry Stotts, assieme all’altro lungodegente Jusuf Nurkic.

I medici dei Blazers hanno dato l’ok a Collins per il ritorno in campo, Portland ripartirà dal Walt Disney World Resort di Orlando con 3.5 gare da recuperare sull’ottavo posto nella Western Conference, oggi occupato dai Memphis Grizzlies.

La mia spalla è di nuovo una spalla normale” così Collins a Joe Freeman del The OregonianUn peso che mi sono tolto dalla schiena, il processo di riabilitazione non è stato difficile, ma lungo e noioso. Non poter essere con la squadra in trasferta è stata la parte peggiore (…) ora sono super eccitato dal fatto di poter tornare in campo senza limiti“.

Dopo una stagione deludente ed in parte salvata solo da Damian Lillard, e distinta da tanti infortuni eccellenti (Collins e Rodney Hood su tutti, oltre a Nurkic), a Orlando Stotts potrebbe ritrovare l’intero roster a disposizione, un effetto collaterale una volta tanto positivo di una pausa forzata lunga e difficile.

Di fianco a Lillard e McCollum, i Blazers punteranno sui veterani Trevor Ariza, Hassan Whiteside e – se deciderà di giocare a Orlando – soprattutto Carmelo Anthony. Sotto canestro, Terry Stotts dovrà dosare minuti e rotazioni tra il positivo Whiteside di questa stagione e i rientranti Collins e Nurkic, mentre nel reparto guardie dietro a Lillard e McCollum troveranno il consueto spazio Anfernee Simons e la sorpresa Gary Trent Jr, che nella seconda parte di stagione ha ben sfruttato i tanti minuti in campo.

Stiamo bene finalmente, manca solo Rodney (Hood, ndr), ma ci siamo io e Nurkic, e tanti giocatori che hanno fatto esperienza in stagione. Se mettiamo tutto assieme, considerata la pausa, direi che abbiamo la possibilità di giocarcela con tutti“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi