fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks Bucks, scampata l’eliminazione nonostante l’infortunio di Antetokounmpo, “Ha combattuto per noi”

Bucks, scampata l’eliminazione nonostante l’infortunio di Antetokounmpo, “Ha combattuto per noi”

di Gabriele Melina

Dopo la vittoria per tre punti di scarto sul 118-115, i Milwaukee Bucks sopravvivono all’eliminazione contro i Miami Heat ed allungano la serie a gara 5. L’incontro numero quattro tenutosi, per noi d’oltreoceano, ieri sera, ha visto la franchigia del Wisconsin impiegare il massimo delle energie nonostante la perdita della loro superstar Giannis Antetokounmpo.

L’MVP in carica è comunque sceso sul parquet nonostante l‘infortunio alla caviglia destra in gara 3, tuttavia, un contatto falloso subito dall’ala Andre Iguodala ha causato un aggravarsi delle sue condizioni fisiche. Il venticinquenne, dopo essersi sdraiato sul parquet in preda ad un forte dolore, ha tirato i due tiri liberi scaturiti a seguito del fallo subito, per poi dirigersi verso il relativo spogliatoio.

Mentre nel secondo tempo il match è stato deciso dal resto della rotazione Bucks, non bisogna trascurare la prestazione di Antetokounmpo nei suoi limitati undici minuti prima dell’infortunio. In tale lasso di tempo, egli ha messo a referto 19 punti con un 8 su 10 dal campo, 5 rimbalzi, una palla rubata ed una stoppata. Con l’intervallo alle porte, Milwaukee ha ufficialmente dichiarato il difensore dell’anno per la stagione 2019\20 fuori da gara quattro per una distorsione alla caviglia.

E’ toccato quindi ai restanti uomini di coach Mike Budenholzer, in primis Khris Middleton, Eric Bledsoe, e Brook Lopez, concludere il match dalla parte dei vincenti. L’andamento dei quarantotto minuti è rimasto così in equilibrio da portare entrambe le squadre verso il primo tempo supplementare, all’interno del quale i Bucks si sono aggiudicati in modo definitivo la vittoria.

Il tabellino finale recita 36 punti (di cui 21 nel terzo quarto), 8 assist, 8 rimbalzi per Middleton, il tutto in 48 minuti di gioco. Da sottolineare anche la prestazione di Bledsoe da 14 punti, 10 rimbalzi, e 6 assist, oltre ai 14 con 5 rimbalzi di Lopez, ed ai 12 con altri 5 rimbalzi della guardia George Hill.

I Bucks evitano l’eliminazione vincendo gara quattro nonostante l’infortunio di Antetokounmpo

I Milwaukee Bucks hanno dimostrato di possedere una solidità mentale ed un carattere vincente degno solo di poche squadre in questa lega. Avendo davanti ai propri occhi l’eliminazione sul 4 a 0, avvenimento che avrebbe probabilmente scaturito una serie di cambiamenti di spessore all’interno dell’organizzazione stessa, gli uomini di coach Budenholzer sono stati in grado di sopravvivere al così detto “sweep“.

Nel post-gara, è stato difficile non concentrare la propria attenzione sulle condizioni fisiche dell’ala greca. “Verrà medicato e monitorato continuamente, vedremo come si sentirà entro le prossime quarantotto ore“, ha riportato il capo allenatore della franchigia del Wisconsin. “Spero che il suo contributo nella prima metà di gara non venga dimenticato. I Miami Heat hanno giocato sin da subito al massimo delle loro capacità, e Giannis è stato l’unico in grado di tenerci a galla nei primi minuti“.

Eric Bledsoe ha voluto sottolineare quanto essere sempre sul pezzo aiuti la squadra lungo i quarantotto minuti:”Miami è una squadra estremamente disciplinata. Al di là che siano in vantaggio o in svantaggio, loro giocheranno sempre nello stesso modo. Sappiamo che qualche parziale dalla loro parte arriverà primo o poi, perciò noi dovremo essere sempre concentrati in modo da poter resistere. Abbiamo seguito questa filosofia in gara quattro, ed è per questo motivo che siamo prima rimasti in partita, e poi saliti al comando”.

Infine, Khris Middleton si è voluto congratulare con Antetokounmpo per il suo spirito agonistico. “Nonostante la sua caviglia non fosse al meglio, ha preferito comunque scendere in campo a combattere. Quando hai un compagno del genere, non puoi far altro che supportarlo e coprirgli le spalle a seguito dell’infortunio. Bisognerà continuare a giocare duramente se si vorrà portare questa serie a gara 7″.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi