fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Carmelo Anthony: “Ero pronto al ritiro, non avrei continuato ad ogni costo”

Carmelo Anthony: “Ero pronto al ritiro, non avrei continuato ad ogni costo”

di Michele Gibin

Il neo giocatore della settimana nella Western Conference Carmelo Anthony ha pensato al ritiro nei mesi lontano dai campi, dopo la fine della (breve) avventura agli Houston Rockets finita nel novembre 2018.

Intervistato da Rachel Nichols di ESPN, Anthony ha confermato quanto già sostenuto nei mesi scorsi, ovvero che, se fosse mancata una situazione giusta in cui tornare in campo, si sarebbe sentito pronto al “grande passo”, ed a smettere col basket giocato.

Mi stavo preparando mentalmente” Così Melo “Se non si fosse presentata l’occasione giusta, avrei smesso, avrei lasciato il basket“. La chiamata dei Portland Trail Blazers ha rimandato il ritiro di Anthony a data da destinarsi: in sole due settimane, l’ex stella dei New York Knicks ha dimostrato di poter essere ancora un giocatore d’impatto in attacco.

Carmelo Anthony e Lebron James, grandi amici

17.7 punti e 7.5 rimbalzi di media in 6 partite di stagione regolare fin qui disputate, alla vigilia della sfida ai Los Angeles Clippers dell’ex compagno di squadra Paul George: “So quel che dico, non avrei accettato una situazione meno che ideale per ritornare in gioco, non avrei accettato una squadra qualunque, perché poi la colpa dei risultati negativi sarebbe stata comunque mia. Una situazione come Portland invece, in cui giocare e fare ciò che so fare in un gruppo che ha espresso il desiderio di avermi in squadra, era l’ideale“.

Non esiste sentimento più bello del sentirsi desiderati. Ed è questo che mi ha spinto e motivato”

E sulle sue condizioni fisiche, a 35 anni e con 16 anni di NBA alle spalle: “Mi sento bene. A 35 anni dovrei sentirmi vecchio? Solo perché sul manuale c’è scritto che sei vicino al ritiro? No, io ho sempre sfidato le probabilità… mi sono preso un anno sabbatico, ed anche il mio fisico è riposato. Ma ciò che conta è che si è riposata anche la mia mente (…) e quando la mente va, il resto segue“.

Carmelo Anthony è una grande amico di Dwyane Wade, Chris Paul e LeBron James, e nonostante in più di una occasione Melo sia stato accostato ai Los Angeles Lakers, Anthony ha affermato di non aver mai chiamato James per “sollecitare” o sbloccare l’empasse: “Non l’ho mai chiamato (…) non l’avrei mai messo in una situazione del genere. Se poi lui abbia fatto le sue valutazioni, bene così, io non ho voluto fare pressioni, ‘Bron è un fratello per me. E tra fratelli sono cose che non si fanno“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi