I Celtics in crisi si preparano ad affrontare un lungo viaggio ad Ovest
132947
post-template-default,single,single-post,postid-132947,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

I Celtics in crisi si preparano ad affrontare un lungo viaggio ad Ovest

I Celtics in crisi si preparano ad affrontare un lungo viaggio ad Ovest

I Boston Celtics hanno fallito un test molto importante questa notte. La partita contro gli Houston Rockets poteva essere quella che rilanciava la squadra di Stevens, invece è arrivata un’altra sconfitta. Il risultato finale, 115-104, è anche leggero rispetto alla partita che si è disputata. I Rockets hanno preso il controllo del match già dai primi minuti, andando subito sul +10. I Celtics sono andati sotto anche di 28 lunghezze (nel 3° periodo), a causa di una difesa totalmente in difficoltà e ai soliti problemi in attacco. Eric Gordon da 3 ha fatto ciò che ha voluto (8/12 da 3), e Irving sembra non riuscire a tirare fuori il massimo dai propri compagni in zona offensiva. 

La rimonta finale dei biancoverdi, che sono arrivati fino al -8, non è bastata. L’ultimo quarto, giocato dai Boston Celtics che conosciamo, non è stato sufficiente per evitare la sconfitta. 

Adesso inizia un viaggio ad Ovest molto impegnativo per Irving e compagni che definirà la posizione in classifica dei biancoverdi, in attesa dei PlayOff. 

Grande prestazione per Gordon, come detto, e Harden (42 punti). Per i Celtics, bene Smart (18 punti) e Horford (19 punti e 6 rimbalzi)

Le dichiarazioni dei protagonisti

Proprio Al Horford, uno dei migliori ieri sera (come spesso accade), ha detto questo ai microfoni dei media:

Non credo sia tutto così nero come sembri. Penso semplicemente che stiamo avendo molti alti e bassi, e in questo momento stiamo attraversando un periodo molto negativo. Ne usciremo insieme, dobbiamo essere tutti uniti e ancor più vicini l’uno con l’altro

Gabriele Arico
gabrielearico8@gmail.com

Grande appassionato di molti sport: calcio, basket, football americano, formula 1. Scrivo articoli per passione per il giornalismo

No Comments

Post A Comment