fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Clippers, paura per Kawhi Leonard steso da una gomitata di Ibaka, “Ma tutto OK”

Clippers, paura per Kawhi Leonard steso da una gomitata di Ibaka, “Ma tutto OK”

di Michele Gibin

Attimi di paura per Kawhi Leonard, steso nel quarto periodo della sfida natalizia tra Los Angeles Clippers e Denver Nuggets da una gomitata fortuita del compagno di squadra Serge Ibaka. Mentre lotta a rimbalzo offensivo dopo un errore di Pat Beverley, Leonard viene travolto da Ibaka e crolla a terra sanguinante alla bocca.

A gioco fermo, Kawhi viene assistito dai sanitari e resta a terra per alcuni minuti con un profondo taglio al labbro inferiore, che negli spogliatoi necessiterà poi di 8 punti di sutura. Un momento di paura per i Clippers dopo le immagini dello scontro, con Kawhi Leonard che cade a terra come tramortito dal colpo.

Ci siamo spaventati, ho pensato subito al peggio e a una botta in testa, non avevo visto cosa fosse accaduto“, così Paul George dopo la partita. I Clippers hanno dovuto dunque rinunciare a Kawhi per il resto del quarto periodo, oltre 6 minuti, ma non hanno sprecato il vantaggio sin lì accumulato e vinto la partita per 121-108 infliggendo ai Nuggets la seconda sconfitta in altrettante partite in questo inizio di stagione.

Kawhi ha chiuso la sua partita con 21 punti, 5 rimbalzi e 7 assist con 4 recuperi, Paul George ci ha aggiunto 23 punti con ben 9 assist in 37 minuti, i Clippers terminano con 19 su 39 al tiro da tre punti e controllano per l’intera gara dopo un primo tempo da 72 punti. Dopo la sirena finale il sospiro di sollievo per Leonard, che non ha riportato conseguenze più gravi dalla gomitata ricevuta: “Sta bene, neppure io avevo visto nulla, Kawhi si è alzato in piedi da solo senza aiuto“, così Tyronn Lue.

Per i Clippers inizio migliore non poteva esserci in stagione: due vittorie su due, e contro due avversarie dirette come Lakers e Nuggets: “Quest’anno sentiamo di essere una squadra diversa, abbiamo nuovi obiettivi e un nuovo gruppo, prima di iniziare sentivo tanta fiducia e mi sono preparato a dovere. Lo scorso anno? E’ acqua passata“, spiega Paul George. Pur senza numeri vistosi, la panchina dei Clippers ha dato nelle prime due gare un apporto solido con Luke Kennard e Ivica Zubac (8 su 11 ai liberi contro i Nuggets), e con un Lou Williams diligente in attacco. Altra partita solida per Serge Ibaka che chiude con 15 punti, e per Nicolas Batum che parte in quintetto base e termina con una doppia doppia da 13 punti e 10 rimbalzi, con 4 assist

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi