Damian Lillard su Nassir Little, "È una Steal of the Draft"
141799
post-template-default,single,single-post,postid-141799,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Damian Lillard su Nassir Little, “È una Steal of the Draft”

Damian Lillard su Nassir Little, “È una Steal of the Draft”

Una delle sorprese in negativo dell’ultimo Draft è senza dubbio Nassir Little, scelto con la pick 25 dai Portland Trail Blazers, e considerato ‘steal of the draft’ dal suo futuro compagno Damian Lillard.

“È ovviamente una steal. È una steal per noi. Il suo pull-up da sinistra è pazzesco”, ha detto Damian Lillard su Nassir Little, nel corso di una diretta su Instagram.

Il prodotto di North Carolina Tar Heels era considerato da molti uno dei migliori prospetti disponibili, e l’inaspettata possibilità di selezionarlo con la venticinquesima scelta ha sorriso a Portland.

Il diciannovenne ha realizzato 9.8 punti e 4.6 rimbalzi in 18.2 minuti di media nelle 36 partite disputate nel corso della stagione. Cifre ben lontane dalle prime scelte, ma comunque di grande spessore.

Anche Roy Williams, ex allenatore di Little, considera il nativo della Florida una ‘Steal of the draft’, sottolineando la possibilità che possa avere una grande carriera.

“Stavo morendo per Nassir”, ha detto Williams ai microfoni di Pat James del Daily Tar Heel. “È una situazione difficile trovarsi nella green room con tanti altri giocatori, forse troppi. Ma non puoi mai sapere cosa stanno pensando le squadre. So una cosa, è la vera Steal of the draft”.

 

Francesco Schinea
fschinea@gmail.com
No Comments

Post A Comment