Golden State Warriors, tra i volti nuovi Cauley-Stein avrà un ruolo chiave
144887
post-template-default,single,single-post,postid-144887,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Golden State Warriors, Cauley-Stein avrà un ruolo chiave nelle rotazioni

Golden State Warriors, Cauley-Stein avrà un ruolo chiave nelle rotazioni

Quella che inizierà ad ottobre sarà una stagione totalmente innovativa per i Golden State Warriors. A cominciare dal Chase Center, che sarà la nuova casa dei guerrieri, tanti saranno i volti inediti che entreranno a far parte del roster dei “Dubs”. Tra questi ultimi, grande interesse ha suscitato l’arrivo di Willie Cauley-Stein dai Sacramento Kings. Stando agli ultimi rumors, il lungo avrà un ruolo molto importante nell’economia della squadra.

GOLDEN STATE WARRIORS, I PIANI DI STEVE KERR

Willie Cauley-Stein, 26 anni il prossimo 18 Agosto. In Nba dal 2015, ha giocato per 4 stagioni ai Sacramento Kings, prima di approdare in California.

Nello specifico, sull’argomento è intervenuto proprio Steve Kerr, il quale ha parlato di come il prodotto di Kentucky ben si adatti al gioco molto versatile e dinamico degli Warriors.

E’ un lungo davvero mobile. Ci dà quella presenza in più in area, sopratutto in chiave difensiva, dove ci servirà molto per proteggere il ferro. In questo senso ricorda molto JaVale McGee: è un ottimo contrappeso a Kevon (Looney, ndr)

Cauley-Stein proviene da una stagione 2018\19 disputata a buoni livelli. In un contesto ancora in definizione, quale è quello dei Kings, il nativo di Spearville ha realizzato statistiche molto solide, classificandosi tra l’altro al sesto posto nella classifica di schiacciate totali, con 182, finendo proprio dietro a McGee (201).

  • 11,9 punti
  • 8,4 rimbalzi
  • 2,4 assist
  • 55,6 FG%
  • 55,1 FT%
  • 1,2 STL
  • 0,6 BLK

 

A giudicare dalle parole dell’ex giocatore dei Chicago Bulls di Michael Jordan, il neo acquisto Warriors avrà un’importanza rilevante all’interno del roster. Il titolare della squadra sarà, con ogni probabilità, Kevon Looney, ma Cauley-Stein offrirà una valida alternativa, sia difensivamente ma anche in ambito offensivo. Aspetto, quest’ultimo, che subirà le variazioni più decisive rispetto alle stagioni passate.

A prescindere da ogni valutazione, dunque, i Golden State Warriors a cui eravamo abituati non esisteranno più. Sarà compito di Steve Kerr quello di costruire una nuova armata in grado di competere ancora per il titolo NBA.

Tommaso Ranieri
tommi-ranieri@hotmail.it

Studente di Giurisprudenza, amante del basket, in modo particolare del campionato NBA, e dello sport in generale.

No Comments

Post A Comment