Warriors, numero ritirato anche per Andre Iguodala
143501
post-template-default,single,single-post,postid-143501,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Gli Warriors ritirano la maglia numero 9 nove di Andre Iguodala

iguodala numero ritirato

Gli Warriors ritirano la maglia numero 9 nove di Andre Iguodala

Dopo Kevin Durant, tocca ad Andre Iguodala l’onore di vedere, un giorno, la sua maglia pendere dalle volte del Chase Center di San Francisco: numero ritirato per Iguodala per volere del co-proprietario dei Golden State Warriors Joe Lacob, che ha annunciato l’iniziativa con un comunicato ufficiale.

Nell’estate del 2013 facemmo un grande lavoro per portare Andre Iguodala agli Warriors” Così Lacob nel comunicato. Con la scadenza della settimana di moratoria sulle trade sancita dal regolamento NBA è divenuto ufficiale il passaggio di Iguodala ai Memphis Grizzlies: “Iguodala era il perfetto innesto per una squadra giovane e con ambizioni di titolo NBA. Guardando indietro a sei anni fa, ci pare quasi di aver sottovalutato quale sia stato il suo impatto sulla squadra, in campo come nello spogliatoio. Andre si è sacrificato per il bene della squadra, e nonostante i sacrifici si è guadagnato un premio di MVP delle finali NBA nel 2015. (Iguodala, ndr) è stato parte vitale dei nostri successi e nei tre campionati vinti. Ringraziamo Andre per tutto quello che ha fatto per noi e non vediamo l’ora di vedere la sua maglia pendere sopra le nostre teste al Chase Center“.

la nuova avveniristica arena di San Francisco vedrà nella sua stagione inaugurale una versione molto diversa dei Golden State Warriors 5 volte finalisti NBA. Perso Kevin Durant, volato a Brooklyn con Kyrie Irving, perso Iguodala spedito a Memphis per permettere alla squadra di assorbire il contratto di D’Angelo Russell, perso per gran parte della prossima stagione Klay Thompson (ginocchio sinistro KO, almeno 7 mesi di stop), e perso DeMarcus Cousins, il peso della squadra graverà sulle spalle di Steph Curry e Draymond Green.

Numero ritirato per Andre Iguodala, 6 stagioni da Guerriero

Andre Iguodala arrivò ad Oakland nell’estate del 2013 dopo una sola stagione disputata con la maglia dei Denver Nuggets. In un recente editoriale, Zach Lowe di ESPN ha brevemente ripercorso le circostanze che portarono l’ex giocatore dei Philadelphia 76ers agli Warriors: Golden State non possedeva allora lo spazio salariale per permettersi un atleta del calibro di “Iggy”, reduce nelle due stagione precedenti dalla sua prima convocazione all’All-Star Game e ad una nomina nel secondo quintetto difensivo All-NBA.

Iguodala aveva però deciso quell’estate di accettare la corte dei giovani Warriors, che avevano appena eliminato i suoi Nuggets per 4-2 nel primo turno di playoffs della Western Conference. Bob Myers, all’epoca da pochi mesi general manager della squadra, cercò e trovò negli Utah Jazz una terza squadra da inserire in una trade che liberò spazio salariale a sufficienza per mettere Andre Iguodala sotto contratto, in una tratttitva che lo stesso Myers avrebbe poi definito “tra le più stressanti mai condotte”.

Con l’esplosione di Klay Thompson a fianco di Steph Curry, Iguodala accettò il ruolo da sesto uomo di lusso pensato per lui da coach Steve Kerr: ruolo che gli avrebbe portato 3 titoli NBA, un titolo di MVP delle finali nel 2015 ed un ricco rinnovo triennale nel 2017.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment