Jabari Parker-Bulls: "Qui a Chicago per dimostrare chi sono"
121739
post-template-default,single,single-post,postid-121739,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Jabari Parker-Bulls: “Qui a Chicago per dimostrare chi sono”

Jabari Parker-Bulls: “Qui a Chicago per dimostrare chi sono”

Jabari Parker-Bulls: inizia ufficialmente la nuova avventura per l’ala proveniente da Duke. Dopo la sfortunata esperienza di Milwaukee, il nuovo big man dei Bulls è pronto a dare tutto per il nuovo corso del team dell’Illinois.

Jabari Parker-Bulls; “In queste settimane ho cercato di creare la chimica giusta con i miei compagni”

Una delle squadre pronte a un’ennesima stagione di transizione sono sicuramente i “giovani” Chicago Bulls.

Il team dell’Illinois guidato da coach Fred Hoiberg, dopo aver fallito il progetto con il tandem Butler-Wade, ha deciso fortemente di puntare sui giovani talenti della pallacanestro a stelle e strisce e non solo.

Lauri Markkanen e Kris Dunn infatti sono attesi alla stagione di conferma dopo i progressi mostrati nella passata stagione, mentre c’è grande attesa per l’esordio del big man Wendell Carter Jr; prospetto interessantissimo pescato dal Draft 2018.

Oltre ai giovani a propria disposizione, coach Hoiberg può ritrovare il recuperato Zach Lavine e abbracciare il figliol prodigo Jabari Parker, colpo di rilievo arrivato dall’off-season e punta di buona esperienza per il nuovo corso dei Bulls.

Con l’avvicinarsi della stagione, lo stesso Jabari Parker ha voluto esprimere le sue prime sensazioni sulla sua nuova avventura ai Bulls in attesa delle prime sfide di pre-season.

Ecco le parole rilasciate dall‘ex stella di Duke ai microfoni di ‘Chicago Tribune‘:

Finalmente mi si presente una grande opportunità per la mia carriera. Essere qui a Chicago potrebbe dare una svolta alle ultime stagioni decisamente sfortunate. Sono pronto a dimostrare chi sono per il nuovo corso dei Bulls. In queste ultime due settimane ho capito le intenzioni dell’organizzazione e di tutta la squadra. Sto cercando di trovare la chimica giusta, per partire con il piede giusto verso un futuro migliore per organizzazione e tifosi”.

 

LEGGI ANCHE:

Miami Heat, troppo alto il prezzo richiesto per Jimmy Butler

Washington, Ted Leonsis ordina: “Wizards, niente più scuse, è ora di giocare!”

“L’ultimo tiro sarà di LeBron James”: parola di Walton

Irving-Celtics: “Non c’è nessun motivo per andar via da qui”

Brandon Ingram: “LeBron James a roster? Non è una pressione, ma un’opportunità”

Luca Castellano
lucacastellano7@gmail.com

Amante del basket dall'età di 8 anni e amante dell'NBA a 360 gradi. Aspirante giornalista/ telecronista di pallacanestro, con lo scopo di divulgare la sua passione alla portata di tutti.

No Comments

Post A Comment