fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDenver Nuggets Nuggets, Jamal Murray soffre ma non cede per gara 3: “Coscia fa un male cane, ma ci sarò”

Nuggets, Jamal Murray soffre ma non cede per gara 3: “Coscia fa un male cane, ma ci sarò”

di Michele Gibin

Alla serata offensiva da incubo dei Denver Nuggets, che in gara 2 hanno ceduto temporaneamente il vantaggio del campo ai Portland Trail Blazers perdendo al Pepsi Center per 97-90, si aggiungono le condizioni fisiche non perfette di Jamal Murray.

Murray aveva subito un brutto colpo alla coscia destra durante la serie di primo turno contro i San Antonio Spurs, cercando di passare sopra ad un blocco dello “spigoloso” Jakob Poeltl. Infortunio che si è rivelato essere una semplice, per quanto dolorosa, contusione al quadricipite femorale.

La classica “vecchia”, come è definito questo tipo di botte in varie parti d’Italia, che ha costretto uno zoppicante Murray ad arrendersi a 53 dal termine della seconda gara, dopo una partita da 15 punti e 7 assist in 35 minuti.

Fa parecchio male” così il canadese nel post partita “Quei blocchi fanno male, ho sofferto tutta la partita e coach Malone ha dovuto sostituirmi alla fine. Ora devo cercare di recuperare per gara 3 e nient’altro“.

Una partita ruvida la seconda della serie tra Nuggets e Trail Blazers. Damian Lillard ha tirato male e sofferto in alcuni frangenti la pressione difensiva dei padroni di casa, Nikola Jokic ha avuto problemi di falli ed ha sofferto a sua volta la difesa organizzata dei Blazers, decisi a non concedergli punti facili ed a forzarlo a cedere il pallone.

Torrey Craig ha rimediato un colpo al volto che lo ha costretto a ritornare in campo diversi minuti più tardi, indossando una maschera protettiva.

Moe Harkless ha terminato anzitempo la sua gara per una leggera distorsione alla caviglia sinistra. Gary Harris, Jamal Murray ed Enes Kanter sono stati protagonisti a pochi secondi dal termine di un battibecco a centrocampo, per una spinta involontaria del turco sul povero Craig, a sua volta provocata da una spinta di Jokic su Kanter.

Niente di intenzionale o di scorretto” E’ il commento di coach Mike Malone “La prima giocata (su Torrey Craig, ndr) è stata accidentale, sulla seconda giocata Kanter è un po’ ‘volato via’ su una spinta di Jokic ed è finito contro Craig, senza farlo apposta… ci sono due squadre che si stanno giocando la finale di conference, l’intensità della serie si alzerà ancora ma non c’è stato finora nulla di scorretto“.

I Denver Nuggets hanno terminato la loro partita con un misero 34.7% al tiro (20.7% al tiro da tre punti), e non sono riusciti a sfruttare nel quarto periodo un vantaggio a rimbalzo d’attacco contro dei Blazers affaticati da un primo tempo difensivamente eccellente, e privi di Harkless nel finale di gara.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi