Controllo agli occhi per James Harden: ecco le sue condizioni
138005
post-template-default,single,single-post,postid-138005,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Controllo agli occhi per James Harden: ecco le sue condizioni

Controllo agli occhi per James Harden: ecco le sue condizioni

Nel corso della recente sconfitta in gara-2 sul campo dei Golden State Warriors, gli Houston Rockets hanno dovuto fare i conti con l’infortunio della propria stella James Harden, colpito duramente agli occhi, seppur in maniera involontaria, da Draymond Green in occasione di un contatto tra i due nei pressi del canestro avvenuto . Il Barba è rientrato immediatamente negli spogliatoi, per poi fare ritorno sul parquet con gli occhi vistosamente gonfi e rossi.

Nonostante il dolore e la scarsa vista, il classe ’89 nativo di Los Angeles ha regolarmente concluso la partita, peraltro mettendo a referto cifre di tutto rispetto: 29 punti, 7 rimbalzi, 4 assist e una palla recuperata col 47% al tiro (9/19) e il 43% da dietro l’arco (3/7) in poco più di 34′. Il detentore del premio di MVP non poteva lasciare soli i suoi compagni, ma le sue condizioni apparivano tutt’altro che ottimali, con Harden che spesso strizzava gli occhi sanguinanti e li teneva al riparo dalle luci dell’arena durante i timeout.

Il rossore degli occhi di James Harden in gara-2: il Barba ha risentito in maniera evidente dello scontro con Draymond Green nel primo quarto.

James Harden gioca col sangue agli occhi…e non è soltanto un modo di dire!

Dopo aver sbagliato i primi tre tiri tentati, Harden ha migliorato nettamente le sue percentuali dal suo rientro in campo, con il problema agli occhi che non ha minimamente influito sulla sua prestazione. Tuttavia, gli Houston Rockets erano molto preoccupati, anche perché la sua presenza nel resto della serie è fondamentale per tenere vive le speranze dei Razzi, attualmente sotto 2-0 e chiamati a rispondere a tono ai Warriors, spinti dal supporto del pubblico del Toyota Center di Houston in gara-3 e in gara-4.

Il numero 13 si è recentemente sottoposto a un controllo agli occhi, con entrambe le cornee che ne sono risultate non danneggiate. Un’ottima notizia, non soltanto per i Rockets, ma anche per i tifosi di James Harden e per tutti gli sportivi e appassionati che ci tengono a vederlo ancora sul parquet in questi playoff. La franchigia texana ha fatto sapere che l’infortunio riportato dal proprio leader e principale punto di riferimento in gara-2 non dovrebbe condizionarlo nel prosieguo della serie contro i campioni in carica di Golden State.

Dennis Izzo
dennisizzo13@icloud.com
No Comments

Post A Comment