Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDallas Mavericks Jason Kidd: “È la prima volta che siamo così profondi da molto tempo”

Jason Kidd: “È la prima volta che siamo così profondi da molto tempo”

di Mario Alberto Vasaturo

Dopo una lunga pausa per l’All-Star Weekend, i Dallas Mavericks sono tornati carichi come se non avessero smesso di giocare. La squadra di Jason Kidd ha battuto 123-113 la scorsa notte i Phoenix Suns di Kevin Durant e Devin Booker in quella che è ormai una rivalità dei recenti anni NBA. Con questa vittoria i Mavs raggiungono la settima vittoria consecutiva, diventando sesti nella Conference, proprio a discapito dei Suns.

La serie di sette successi in fila eguaglia la serie di vittorie più lunga da quando Kidd allena Dallas, che è ora 10 partite sopra il 50% di vittorie con un record di 33-23, per la prima volta in quasi due anni. Nella partita contro i Suns, oltre le grandiose prestazioni di Luka Doncic (41 punti, 9 rimbalzi, 11 assist) e Kyrie Irving (29 punti, 5 rimbalzi e 11/18 dal campo), grande merito va dato anche al nuovo innesto in casa Mavs: P. J. Washington.

Washington ha chiuso con 12 punti, 4/10 al tiro, sei rimbalzi, un assist, un recupero e una stoppata, mostrando le sue incredibili doti difensive contro attaccanti come Kevin Durant e Devin Booker ed infatti i suoi compagni e il suo coach, non possono che parlar bene di lui.

Penso che P.J. stia giocando alla grande in difesa“, ha detto Kidd. “Ha accettato la sfida contro Durant e poi è passato a Devin Booker. Credo che stasera abbia messo le mani su molti palloni.”

Il cielo è il suo limite“, ha detto Gafford a DallasBasketball.com, parlando del suo nuovo compagno.  “Soprattutto una volta che i ragazzi arrivano al punto in cui si sentono a loro agio. So che ci vorrà del tempo per arrivare a quel punto, ma ho tutta la fiducia in P.J.”

Dopo gli innesti di Daniel Gafford da Washington e P.J. Washington da Charlotte la squadra sembra essere più completa, più profonda, ma soprattutto più competitiva. “Siamo profondi”, ha detto Jason Kidd. “Questa è la prima volta che i Mavs sono così profondi da molto tempo. Luka e Kyrie coesistono abbastanza bene. Penso che lo dimostri ancora una volta, la nostra salute, la nostra energia, tutto è positivo in questo momento .”

Anche all’interno dello spogliatoio, le sensazioni sono positive, e si crede di poter competere per qualcosa di grande, perchè no, anche il titolo NBA.

Siamo la mina vagante che nessuno vuole affrontare“, ha detto il centro rookie dei Mavs Dereck Lively II durante l’All-Star Weekend, dove ha aiutato la sua squadra nella partita di sabato notte. “Dobbiamo solo mantenere questa serie di vittorie, rimanere concentrati e portare a termine ogni piano di gioco quando arriva il momento della partita.”

Oh, di sicuro“, ha concordato Gafford a DallasBasketball.com. Anche se abbiamo sette vittorie consecutive, ci saranno molte squadre e molti giocatori con le fiamme agli occhi. Dobbiamo essere pronti a tutto. Dobbiamo essere pronti al bello, ma anche al brutto e dobbiamo essere in grado di superarlo come squadra.”

I Mavs partiranno ora per un duro viaggio di quattro partite in trasferta contro Indiana Pacers, Cleveland Cavaliers, Toronto Raptors e Boston Celtics. Sarà difficile per Dallas mantenere viva la serie di vittorie, ma con la ritrovata profondità del roster e le loro superstar che giocano ad un tale livello, nulla è fuori discussione a questo punto.

 
 

 

You may also like

Lascia un commento