fbpx
Home NBANBA TeamsCleveland Cavaliers Cavs, ecco cosa ha portato coach John Beilein alle dimissioni

Cavs, ecco cosa ha portato coach John Beilein alle dimissioni

di Michele Gibin

Le dimissioni di coach John Beilein dall’incarico di capo allenatore dei Cleveland Cavs, ormai solo da ufficializzare, sarebbero la logica fine di un esperimento fallito dei Cavaliers, e dell’impossibilità per il veterano delle panchine NCAA di adattarsi alla NBA, alle regole non scritte dello spogliatoio.

It’s a players’ league“, è la lega dei giocatori, recita un vecchio detto sulla NBA. E coach Beilein avrebbe pagato cara un’imprudenza linguistica che avrebbe punto sul vivo molti dei giocatori dei Cavs. Durante una delle tante sessioni video, Beilein avrebbe usato in modo dispregiativo la parola “thugs”, “delinquenti”, riferendosi ai suoi giocatori ed alla loro poca intensità in campo (“non state giocando come il ‘branco di delinquenti’ (che siete, ndr)”, la frase incriminata). L’ex allenatore di Michigan si sarebbe poi scusato personalmente con tutti i suoi giocatori, alcuni dei quali però non avrebbero accettato le scuse del loro capo allenatore, ed avrebbero iniziato a provocarlo mettendo a tutto volume in spogliatoio brani “a tema”, come “Thugz Mansion” di Tupac Shakur.

La gaffe di John Beilein, ed i suoi modi “dittatoriali” gli avrebbero fatto perdere presto il rispetto dei suoi giocatori. da qui la decisione di rinunciare ai restanti 4 anni di contratto (previa buonuscita parziale) per liberarsi.

Una situazione tesa in casa Cleveland Cavaliers, acuita dall’assenza forzata negli ultimi mesi del proprietario della squadra Dan Gilbert a causa di un grave problema di salute oggi in parte risolto, e sorprendente vista la presenza in spogliatoio di veterani come Kevin Love e Tristan Thompson.

Il nuovo arrivo a Cleveland, Andre Drummond, avrebbe riferito  a persone a lui vicine dopo la trade dello scorso 6 febbraio, come la situazione ai Cavaliers “fosse ancora peggio” di quella appena lasciata ai Pistons in disfacimento.

Come riportato da Joe Vardon, Jason Lloyd e Shams Charania di The Athletic, i primi rimorsi per John Beilein sarebbero iniziati ancor prima dell’inizio della stagione, durante la pre-season. Per accettare l’offerta dei Cavs, il 67enne allenatore aveva rinunciato al suo contratto con Michigan University.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi