fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMinnesota Timberwolves Karl-Anthony Towns al lavoro con i Twolves dopo la morte della madre

Karl-Anthony Towns al lavoro con i Twolves dopo la morte della madre

di Michele Gibin

Uno dei momenti più duri per la comunità NBA durante gli oltre 2 mesi di stop è stata la morte di Jacqueline Cruz-Towns, madre della star dei Minnesota Timberwolves Karl-Anthony Towns e deceduta per covid-19 lo scorso 13 aprile.

Poche settimane prima della sua scomparsa, il figlio aveva voluto annunciare la malattia della madre con un toccante video su Instagram, in cui “KAT” sensibilizzava sui rischi concreti e seri per la salute durante la pandemia da coronavirus, e raccontato che, assieme a Jacqueline, anche il padre (poi guarito) aveva contratto il virus.

I Twolves sono stati una delle ultime squadre a riaprire le porte della loro facility ai giocatori per riprendere gli allenamenti individuali, ed anche Towns tornerà al lavoro. “Karl-Anthony è stato forte come non mai in questo periodo“, racconta Gersson Rosas, presidente della squadra “Il Karl-Anthony Towns che conosciamo noi è un ragazzo intelligente, con la testa a posto e che comprende perfettamente la situazione, lui e la sua famiglia meritano la nostra ammirazione per come hanno affrontato quest tragedia. Sono un esempio“.

Una tragedia, la morte di Jacqueline, che ha toccato da vicino tutta l’organizzazione dei Timberwolves. Squadra che si e presentata in prima linea per una collaborazione con la prestigiosa clinica Mayo, con sede a Minneapolis, per la ricerca sul coronavirus e sugli anticorpi. “Una partnership che (i Towns, ndr) già avevano, ed in cui erano impegnati. Karl-Anthony ha mostrato tanto carattere dopo la perdita della madre“. Gli studi alla Mayo serviranno a stabilire quale percentuale di giocatori NBA ha sviluppato gli anticorpi al Sars-CoV2, segnale inequivocabile di una infezione pregressa anche in assenza di sintomatologia. Indagine necessaria quale misura di sicurezza per le operazioni di ripartenza della stagione NBA, ormai avviate.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi