fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics Kemba Walker, lacrime e vittoria nel ritorno a Charlotte: “Che emozione”

Kemba Walker, lacrime e vittoria nel ritorno a Charlotte: “Che emozione”

di Michele Gibin

Non è servita a Kemba Walker una grande prestazione per celebrare il suo ritorno a Charlotte, i Boston Celtics controllano la partita ed in tre quarti chiudono la pratica Hornets (4-4), in una serata comunque dalle forti emozioni per la star dei Celtics.

Kemba Walker è stato per nove stagioni il faro degli Charlotte Bobcats\Hornets, prima di lasciare la squadra di Michael Jordan la scorsa estate. Nella serata dello Spectrum Center di Charlotte, Walker ha segnato 14 punti, con un modesto 4 su 12 al tiro e 6 assist in una partita mai in discussione, e chiusa sul 108-87 dai Celtics (6-1).

Prima della palla a due però, gli Hornets hanno omaggiato la loro ex star con un intenso video tributo, Kemba Walker non ha saputo ne voluto trattenere le lacrime per il suo vecchio pubblico: “E’ stato speciale. Tornare qui e testimoniare ancora tutto l’affetto, anche oggi, è speciale, ed il video è stata la chiusura perfetta. Mi sono emozionato. Ho cercato di trattenere le lacrime ma non ci sono riuscito“.

Walker ha pagato probabilmente l’emozione con una partenza difficile (0 su 6 in attacco prima di infilare il suo primo canestro della serata), a guidare i Celtics ci hanno pensato Jayson Tatum (23 punti e 9 rimbalzi) e l’ottimo Gordon Hayward di questo inizio di stagione (20 punti, 10 rimbalzi e 6 assist in 29 minuti). Celtics che hanno riaccolto Jaylen Brown, al rientro dall’influenza ed autore di 12 punti in 32 minuti, e che si preparano a riabbracciare a centro area Enes Kanter (day-to-day dopo aver saltato l’intero inizio di stagione per un problema al ginocchio destro).

Vedere tutto l’affetto che la gente di Charlotte ha ancora per me è fantastico” Così Walker dopo la partita. L’ex Hornets ha ricevuto gli omaggi dei suoi ex compagni di squadra, tra cui il lungo Cody Zeller che ha onorato la fondazione “Big Brothers Big Sisters”, con cui i due hanno collaborato a Charlotte, con un paio di sneakers personalizzate. “Bellissimo. Cody è un mio grande amico, abbiamo giocato assieme per tanti anni, lo ringrazio per il tributo“.

In casa Hornets, partita difficile per l’altro grande ex di giornata, Terry Rozier che in estate fece il percorso inverso di Walker via sign-and-trade. Per l’ex Louisville Cardinals, un brutto 1 su 11 al tiro in 26 minuti, bene invece Myles Bridges, autore di una gara da 18 punti e 10 rimbalzi in 33 minuti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi