Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets Kevin Durant spaziale contro i Magic: 45 punti e Nets in ripresa

Kevin Durant spaziale contro i Magic: 45 punti e Nets in ripresa

di Michele Gibin
kevin durant

L’avversario non era dei più tosti, gli Orlando Magic di Paolo Banchero ma con tanti giocatori infortunati, ma Kevin Durant ha fornito al Barclays Center di Brooklyn una delle prove offensive migliori della sua carriera, per qualità e lato estetico.

KD ha segnato 45 punti con 19 su 24 al tiro, 7 rimbalzi, 5 assist e 2 stoppate (con 6 palle perse), riuscendo nel duplice compito di produrre punti per sé e usare la partita contro Orlando per ridare ritmo e fiducia a un giocatore come Joe Harris, così fondamentale per la stagione dei Nets ma in crisi offensiva.

Cercato da Durant con insistenza, Harris chiude con 17 punti dalla panchina e ad aprirgli ulteriore spazio in campo è purtroppo un problema al ginocchio sinistro per Ben Simmons, che deve abbandonare dopo appena 11 minuti.

Nonostante le assenze (fuori Jalen Suggs, Mo Bamba, Wendell Carter Jr e Chuma Okeke) Orlando lotta e alla fine del terzo periodo è ancora a contatto (78-77 Nets) con Banchero e Bol Bol. A 3 minuti dalla fine della partita è però Durant a segnare tutti i canestri importanti, della sicurezza per Brooklyn che con la vittoria per 109-102 sale al 50% di record in stagione (11-11).

Kyrie Irving ha segnato 20 punti, per Nic Claxton una doppia doppia da 17 punti con 13 rimbalzi, i Nets hanno dovuto rinunciare a Simmons ed erano già privi di Yuta Watanabe, out da una settimana per un problema muscolare.

Paolo Banchero ha segnato 24 punti con 4 rimbalzi e 5 assist, 9 su 17 al tiro ma ben 5 palle perse, per Bol Bol altri 24 punti e 21 punti infine per Franz Wagner.

Kevin Durant ha segnato 19 dei suoi 45 punti nel terzo quarto, che i Nets hanno vinto per 35-25. KD ha anche ispirato con tre canestri il parziale di 10-0 che ha tenuto lontani i Magic definitivamente nel finale di partita, i suoi 45 punti sono anche il massimo stagionale: “No so bene come funzioni, a volte capita che tiro benissimo in riscaldamento e poi in partita non ne va dentro uno. Di fatto, quando arrivo alla partita tranquillo con la testa, so che sarà una partita solida per me“.

You may also like

Lascia un commento