fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCleveland Cavaliers Si ritrovano LeBron e Love: “Strano giocare contro, i Lakers possono vincere”

Si ritrovano LeBron e Love: “Strano giocare contro, i Lakers possono vincere”

di Francesco Catalano

Nel match di stanotte allo Staples Center tra Los Angeles Lakers e Cleveland Cavaliers si sono rincontrati sul campo LeBron James, Kevin Love e Tristan Thompson. Questi tre insieme a Kyrie Irving sono coloro che sono riusciti a vincere il titolo a Cleveland nel 2016 battendo i Golden State Warriors per 4 a 3 nella serie. Una serie che ha dell’eroico perché frutto di una rimonta impensabile dopo che i Dubs erano andati avanti della serie per 3 a 1.

E gran parte del merito di quell’impresa è stata possibile proprio grazie a quei tre nomi sopracitati. Negli anni successivi gli Warriors si sono presi la rivincita vincendo per 4 a 1 alle Finals del 2017 e per 4 a 0 quelle del 2018. Poi, come ben sappiamo, LeBron ha lasciato Cleveland per la seconda volta. Approdando in una delle franchigie più blasonate della lega: i Los Angeles Lakers.

Il primo ano in gialloviola è stato difficile per il Re causa un lungo infortunio e il mancato approdo ai playoffs. Quest’anno però, con un roster totalmente rinvigorito e con l’aggiunta di un All-Star come Anthony Davis l’obiettivo è il titolo. Le prime impressioni sono buone dato che i Lakers stanno guidando la Western Conference con un record di 33 vittorie e 7 sconfitte.

View this post on Instagram

Championship Brothers!

A post shared by NBA (@nba) on

Situazione diversa quelli che stanno vivendo gli ex compagni Love e Thompson. Entrambi sono rimasti a Cleveland per far parte di quel progetto di ricostruzione chiamato post-LeBron. Però le cose non sembrano andare bene e i giovani su cui la franchigia ha puntato (vedi Collin Sexton) faticano ancora a prendere il volo. Ecco che, quindi, per i campioni del 2016 sono stati due anni difficili caratterizzati da tanti sacrifici e tante sconfitte.

Com’era pronosticabile, stanotte l’incontro è stato a senso unico. I primi due quarti sono stati anche combattuti, poi i gialloviola hanno preso il largo ed hanno chiuso col punteggio di 128 a 99. Ancora grande prova di James con 31 punti e 8 assits. Nelle file dei Cavs spiccano le prove proprio di Love con 21 punti e 11 rimbalzi, e Thompson con 17 punti e 10 rimbalzi.

James e Love, complici gli infortuni incrociati e alcune vicissitudini, non si incontravano sul campo dall’addio di LeBron dai Cavs. Perciò non hanno potuto che scambiarsi un abbraccio fraterno che così ha commentato l’ex TWolves.

E’ stato diverso perché è passato parecchio tempo e abbiamo attraversato così tante battaglie insieme. Non dico che sia stato normale, ma mi sono sentito come se fossimo là fuori a giocare duro, ma era diverso perché ovviamente eravamo dalla parte opposta del campo. Poi, non l’ho visto nemmeno giocare con AD (Anthony Davis, ndr) e sembra che possano fare qualcosa di straordinario insieme. Hanno davvero una possibilità di vincere.”

Anche Tristan Thompson è sicuro che questo possa essere l’anno giusto per i Lakers: “Questa è una squadra vera. Per loro è un anno da titolo o da fallimento”. Anche l’incontro tra James e Thompson è stato ricco di emozioni e LeBron ha voluto così elogiare il suo ex compagno.

Abbiamo avuto un sacco di battaglie anche in allenamento. ‘Double T’ (Tristan Thompson, ndr) è un grande difensore capace di controllare i lunghi ma di marcare anche le guardie piccole. E’ anche un grandioso stoppatore”.

Forse però la storia d’amore tra Love e Thomspon, e i Cavaliers può volgere al termine. Infatti, molte voci di mercato li vedono lontani dall’Ohio a giocarsi opportunità più grandi.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi