fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers: LeBron James supera Isiah Thomas, è ottavo All-Time per assist, si ferma Rondo

Lakers: LeBron James supera Isiah Thomas, è ottavo All-Time per assist, si ferma Rondo

di Michele Gibin

Nella facile vittoria contro i suoi ex Cleveland Cavs, LeBron James sorpassa Isiah Thomas all’ottavo posto nella classifica degli assist in carriera, con gli 8 assist serviti lunedì James è oggi a quota 9062.

I Lakers hanno battuto i Cavs per 128-99, per LeBron una partita da 31 punti e 8 assist in 33 minuti, con 12 su 16 al tiro. Lakers ancora senza Anthony Davis, che ha saltato la terza partita consecutiva per una contusione alla schiena. LeBron James ha ora davanti a sé in classifica Chris Paul, distante circa 400 assist, e Oscar Robertson, fermo a quota 9887.

In questa stagione, James sta viaggiando a 10.7 assist di media a partita, miglior prestazione in carriera e prima volta oltre quota dieci assist di media stagionali: “Thomas? E’ una delle migliori point guard di sempre, ed una delle più toste. Solo per come si è affermato, venendo da Chicago e passando da Indiana e poi con Detroit e i Bad Boys (…) ha sempre deciso quale tono imprimere alla sua carriera. E per me, ogni volta che il mio nome viene associato a quello dei grandi del gioco come Thomas, è veramente un onore. Anche io penso a dove sono arrivato, e da dove sono partito“.

I Los Angeles Lakers avranno ancora bisogno per le prossime partite degli assist di LeBron James, con Rajon Rondo che ha riportato una frattura avulsa del dito anulare della mano destra, e che potrebbe saltare pertanto le prossime partite.I Lakers hanno stimato in circa una settimana i tempi di recupero dell’ex Celtics e Bulls.

Anthony Davis potrebbe rientrare già dalla prossima partita, quella di mercoledì contro gli Orlando Magic allo Staples Center. Dopo i Magic, i Lakers si imbarcheranno per una trasferta di 5 partite tra Houston, Boston, New York, Brooklyn e Philadelphia.

Davis non era ancora pronto oggi“, così coach Frank VogelSente ancora un po’ di dolore, avremo un approccio prudente con lui, decideremo di giorno in giorno. Vogliamo che sia pronto prima di rimetterlo in campo, magari non al 100%, ma al 99% si“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi